La ruota delle meraviglie </br> Il nuovo film di Woody Allen

La ruota delle meraviglie
Il nuovo film di Woody Allen

In uscita nelle sale il film intreccia le vicende di quattro personaggi nell’America anni ’50.

In uscita nelle sale italiane il 13 dicembre, Wonder Wheel – La ruota delle meraviglie si presenta come un’altra analisi dell’animo umano da parte di Woody Allen. Ancora una volta sceneggiatore e regista, Allen si affida nuovamente, dopo Café Society, alla casa di produzione Amazon Studios che si è occupata anche della distribuzione del film. Grande ritorno anche per un’importante figura del cinema italiano e internazionale. Sarà nuovamente Vittorio Storaro, infatti, a curare la fotografia di Wonder Wheel.

wonder wheel

Ma non solo, Allen si serve anche di un cast del tutto rinnovato. Il ruolo protagonista spetta a Kate Winslet nel personaggio di Ginny. Wonder Wheel è ambientato a Coney Island negli anni ’50 all’ombra di una ruota panoramica (quella che dà il titolo al film) costruita negli anni ‘20. Mentre i bagnanti si divertono sulla spiaggia o sulla passerella del porticciolo, si intrecciano le vite di quattro personaggi totalmente diversi ma accomunati da rimpianti e speranze.

Trama Wonder Wheel

wonder wheel

Ginny, ex attrice che ha ripiegato sul lavoro di cameriera in un ristorante di pesce, vive una triste vita di stenti accanto al rozzo e violento manovratore di giostre Humpty (Jim Belushi). I suoi sogni e la sua femminilità vengono risvegliati dal giovane e aitante bagnino Mickey (Justin Timberlake) che, mentre staziona sulla spiaggia, vede la realtà attraverso gli occhi del commediografo che vuole diventare.

Intanto a Coney Island torna Carolina (Juno Temple), la figlia di Humpty che, dopo aver sposato un gangster di New York, fugge dai suoi scagnozzi che vogliono ucciderla. Ma dopo il riassestamento iniziale, il crollo degli equilibri: anche Caroline punta gli occhi su Mickey destando le ansie e le gelosie della più attempata ma comunque bellissima Ginny.

Un altro viaggio di Woody Allen nell’animo umano fra desideri e passioni, ricordi e imprevisti per la terza volta nello scenario degli Stati Uniti stavolta degli anni ’50, dopo Irrational Man e dopo aver raccontato gli anni ’30 in Cafè Society. Una variazione sul tema dopo aver sondato i decenni che più lo affascinavano percorrendo in lungo e in largo l’Europa con risultati più o meno convincenti.

Trailer di Wonder Wheel

Lascia un commento

*