Arriva la tendenza “Pollock” </br> Schizzi di colore su abiti e accessori

Arriva la tendenza “Pollock”
Schizzi di colore su abiti e accessori

Macchie ed effetto tye dye saranno le tendenze della prossima stagione.

Macchie e schizzi di colore, pennellate come squarci sui tessuti, graffi di pittura sugli intrecci dei capi fanno parte della tendenza moda che vedremo nella prossima stagione primavera-estate 2018. Maglioni, foulard, jeans e sneakers si trasformano in tele che si dipingono secondo i dettami dell’action painting. La tendenza Pollock sarà quella che ci accompagnerà nei prossimi mesi e le maggiori case lo hanno capito, da Louis Vuitton a Dsquared2 ad Antony Morato.

primavera estate 2018

Stola Louis Vuitton della collezione “Paint Splash”

Schizzi di colore

E’ Louis Vuitton a sdoganare la tecnica su jeans, camice, stole e t-shirts della collezione “Paint Splash”. Cotone e seta bianchi e blu navy  si tingono di schizzi di colore rosso, bianco e azzurro omaggiando, come si legge sul sito della maison, la scena artistica della New York anni ’80. Allo stesso modo il denim diventa tela nella collezione disegnata da Dsquared2 che tinge i suoi jeans washed con macchie di colore in tinta. La pittura viene schizzata anche sulle sneakers di Mizuno e Maison Margiela e sulle giacche di Eidos. MSGM infine porta in passerella dei white total look colorati di schizzi dal colore pastello.

Graffi e tye dye

primavera estate 2018

Effetto tye dye su Chanel e Salvatore Ferragamo

Graffi sui tessuti come squarci e incisioni sulla tela quelli creati dai ricami dei maglioni firmati Etro e di quelli disegnati da Antony Morato. Affine è l’effetto psichedelico tye dye usato da Salvatore Ferragamo per la sua collezione estate 2018. Delicate come una brezza marina le macchie immaginate da Chanel su costumi e pareo in seta che riproducono i riflessi del sole sull’acqua. Più duri invece i contorni sugli impermeabili di Miu Miu e Calvin Klein che assomigliano alle macchie scure di carta bruciata.

 

Lascia un commento

*