Sorriso perfetto in cinque mosse </br> Cosa consiglia il dentista

Sorriso perfetto in cinque mosse
Cosa consiglia il dentista

Il dottor Francesco Seidita ci svela la routine necessaria per un sorriso da copertina.

Il sorriso è la prima cosa che notiamo negli altri. Un bel sorriso seduce, ammalia. Prendersi cura dunque dei propri denti e della propria igiene orale è quanto di più naturale dovrebbe esserci, ma non è sempre così. Per togliere ogni dubbio su quali siano le mosse da compiere ogni giorno per avere sempre un sorriso smagliante, noi di Leisì abbiamo intervistato il dott. Francesco Seidita e gli abbiamo chiesto quale sia la routine necessaria per un sorriso da copertina.

“L’igiene del proprio cavo orale è un elemento fondamentale per prevenire patologie quali la carie e la gengivite – ha affermato il dentista – la carie colpisce i tessuti duri dei denti portando, oltre al classico mal di denti, anche alla distruzione dell’elemento dentario. La gengivite invece colpisce le gengive che diventano arrossate, dolenti e sanguinanti. Se la gengivite prosegue può colpire anche l’osso diventando parodontite che causa la caduta spontanea dei denti”.

Questi disturbi possono essere evitati con un’accurata pulizia dei denti e con controlli periodici dal proprio dentista. Ma quali sono le cinque regole per avere un sorriso perfetto?

“Se si vuole mettere in pratica un perfetto regime di igiene orale bisogna seguire delle semplici mosse – ha continuato il dottor Seidita – la prima regola è quella di spazzolare i denti con una tecnica corretta. Lo spazzolamento rimuove, infatti, la placca batterica. Sarebbe ideale utilizzare un dentifricio al fluoro perché aiuta a rinforzare i denti contro la carie. Altra regola importante è quella di usare uno strumento per la pulizia interdentale, come il filo interdentale o gli scovolini, utili per prevenire la gengivite. Utilizzare inoltre un collutorio aiuta a mantenere l’alito fresco. Infine bisogna effettuare dei controlli periodici dal proprio dentista”.

Mantenere un sorriso sano non è poi così difficile, per qualsiasi dubbio, comunque, bisogna sempre chiedere al proprio dentista.

Lascia un commento

*