Sfoghi di acne dopo le feste </br> Curare i brufoli con l’alimentazione

Sfoghi di acne dopo le feste
Curare i brufoli con l’alimentazione

Fastidiose eruzioni cutanee dovute ad eccessi di cibo? Ecco le soluzioni.

Queste feste sono un toccasana per l’umore: buon cibo, elaborato e colorato, la famiglia attorno al tavolo, i giochi di società che tengono tutti uniti nel divertimento. Meno contento è, però, il nostro corpo, che subisce in pochissimi giorni un bombardamento di carboidrati elaborati, zuccheri, grassi e fritto. La maggior parte delle volte il tutto trova uno sfogo in problemi intestinali, ma non mancano anche i danni passeggeri alla pelle, soprattutto quella del viso. Chi è già naturalmente predisposto, infatti, noterà l’avanzare di fastidiosi brufoli, e resistere alla tentazione di schiacciarli è decisamente difficile. Se l’alimentazione ne è la causa, l’alimentazione è anche la soluzione: vediamo quali cibi contribuiscono a riassettare il nostro organismo, riducendo la formazione di acne.

Pesce. Ricco di Omega 3, acidi grassi dal potere antinfiammatorio, è utile per molte problematiche che riguardano la pelle. Specialmente il pesce azzurro, da preferire, come sardine, aringa, acciughe, sgombro, spatola etc. L’omega 3 è inoltre presente nei semi e olio di lino, noci, vegetali a foglia verde, latte di soia e alghe.

Tè verde. Della proprietà antiossidante ed antinfiammatoria del tè verde si è parlato ovunque. L’ideale sarebbe berne dalle due alle tre tazze al giorno, contribuendo alla riduzione dell’acne. Si possono inoltre applicare le bustine utilizzate per farlo, avvolte in un panno di cotone imbevuto, direttamente sui brufoli, per un’azione combinata.

Arance, succhi di arance e verdura. Tutte le centrifughe naturali a base di frutta e verdura sono antinfiammatori naturali, portando tutti i benefici di un’alimentazione disintossicante. I giorni seguenti alle feste sarebbe preferibile consumarne in abbondanza, eliminando i carboidrati e gli zuccheri in favore di verdure e proteine. L’organismo si riequilibra in breve tempo.

Pomodori e fragole. Ricchi di vitamina C, aiutano a stimolare il sistema immunitario nello svolgimento del proprio lavoro. Alte dosi di questa vitamina si trovano inoltre nei peperoni, broccoli e cavolfiori, clementine, spinaci, ribes, prezzemolo e uva.

Assolutamente da evitare, invece: zuccheri complessi, no quindi ai panettoni, pandori e torte avanzate, così come i cibi ricchi di grasso e le fritture. Eliminare il sale, in quanto molto iodio tende ad accentuare il problema dell’acne. A livello topico, direttamente sulla pelle, basta effettuare una buona pulizia giornaliera con prodotti a ph naturale e non troppo aggressivi, così da evitare l’effetto rebound e accentuare il problema anziché combatterlo.

Lascia un commento

*