Sanremo 2015, la prima serata </br>  tra canzoni, gaffe e tante novità

Sanremo 2015, la prima serata
tra canzoni, gaffe e tante novità

Tradizione e novità nel Festival 2015 targato Carlo Conti.

(In copertina Carlo Conti, Emma Marrone e Arisa, immagini tratte dalla diretta di Rai 1)

La prima puntata del Festival di Sanremo ha confermato le impressioni che lo avevano preceduto  riguardo a impostazione e stile . Le scelte musicali di quest’anno hanno puntato ad accontentare un po’ tutti i gusti: per i giovani ci sono  i rapper e le leve più e meno recenti dei talent. Per le ragazze degli anni ’90 tornano Nek, Masini e Raf; per i gusti ricercati Malika Ayane e Nina Zilli, per gli amanti di una canzone più tradizionale ci sono Il Volo, Lara Fabian,  Anna Tatangelo, e in mezzo molti altri nomi noti della musica italiana, oltre a qualche coppia curiosa come Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi (meglio noto come Platinette) e il duo comico I soliti idioti.

Evidente in questa puntata il ritorno ad uno spettacolo più improntato sulle canzoni che sullo show, con ritmi più serrati, la gara termina infatti puntuale alle 23.52, per lasciare spazio a ospiti internazionali e altre divagazioni. Tra un brano e l’altro sono intervenuti invece i super ospiti italiani e i comici. Di seguito una rapida panoramica della serata per argomenti

 

IMG_2807

LA GARA E LE CANZONI

Ad esibirsi sono stati i primi dieci campioni (questa è la nuova dicitura che ha sostituito quella di “big”). Sul palco abbiamo ascoltato: Chiara con “Straordinario”, Gianluca Grignani col brano “Sogni infranti”, Alex Britti “Un attimo importante”, Malika Ayane con “Adesso e qui (nostalgico presente)”, Dear Jack con la canzone “Il mondo esplode tranne noi”, Lara Fabian “Voce”, Nek con “ Fatti avanti amore”, Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi “Io sono una finestra”, Annalisa con “Una finestra tra le stelle” ed infine Nesli con “Buona fortuna amore”.

 

 

 

IMG_2841LE VALLETTE Quest’anno due ex vincitrici del festival sul palco dell’Ariston, Arisa ed Emma Marrone, rispettivamente sul podio nel 2013 e nel 2012. Seppur provate a causa dell’emozione, si sono dimostrate all’altezza del ruolo, non meno di molte altre che le hanno precedute. Inquadrate nella qualifica di cantante quantomeno non incorrono nel rischio di risultare “belle statuine”, come spesso accade in queste occasioni a chi è privo di un suo status professionale. Ad affiancarle una terza bellezza, quella di Rocio Munoz Morales. Un ruolo non altrettanto definito il suo, ma magari si rifarà nelle prossime serate.

 

IMG_2810I LOOK

Nell’edizione attuale tutti i partecipanti hanno optato per una mise semi-elegante. In questa prima serata abbiamo visto look abbastanza sobri, sia per gli uomini, tutti in giacca, che per le donne. A farla da padrone il rosso, scelto da Rocio, Arisa e Malika Ayane, ma anche il nero presente nel secondo cambio di tutte e tre le vallette e scelto da molti partecipanti. Fanno eccezione il primo abito,  bianco e dal gusto quasi nuziale, indossato da Emma, e quello giallo della cantante Chiara.

 

I SUPER OSPITI

Nel corso della serata abbiamo assistito a tre tipi di ospitate. Prima categoria quella dei super ospiti: gli italiani sono stati Tiziano Ferro e gli attesissimi Albano e Romina. Il primo ha regalato ai fan un medley dei successi più noti, i secondi, che si sono conquistati la standing ovation dell’Ariston, hanno fatto altrettanto regalando un momento nostalgia che sul web hanno criticato in molti, ma che è parso molto gradito al pubblico in sala. Per quanto riguarda gli stranieri abbiamo ascoltato gli Imagine Dragons nella seconda parte del programma. Seguono poi i comici: ha scatenato subito molte polemiche l’intervento di Alessandro Siani, accusato di aver sfoderato battute scontate e a tratti infelici, specie verso un membro del pubblico. Ne sentiremo parlare sicuramente. Molto più contenuto e fra le righe l’intervento de I Boiler, noti al grande pubblico per la loro apparizione al programma Zelig. Piccola apparizione anche per il più noto degli imitatori di Michael Bublè, proveniente invece da Made in Sud.

Infine due interventi: il primo quello della famiglia più numerosa d’Italia. Accompagnati da qualche commento divertito del pubblico, li abbiamo visti all’interno della rubrica “Tutti cantano Sanremo”. Certamente più sentito il secondo inervento, del medico catanese Fabrizio Pulvirenti, che l’Italia ha seguito nel suo percorso di guarigione dall’ebola.

 

Fin qui il racconto della prima serata. Solo 16 dei 20 cantanti in gara accederanno alla fase finale. Già dalla prima giornata di gara gli ultimi quattro in classifica sono a rischio eliminazione ( sono Di Michele-Coruzzi, Fabian, Grignani e Britti). Nella seconda serata assisteremo già ad apertura alla gara dei giovani, e conosceremo le altre dieci canzoni dei big.

 

Lascia un commento

*