‘Oltre il Cappuccio Rosso’ </br> L’esordio di Roberta Terracchio

‘Oltre il Cappuccio Rosso’
L’esordio di Roberta Terracchio

L’autrice fornisce una chiave di lettura per il suo libro edito da Palindromo.

Roberta Terracchio è una giovane palermitana, autrice del libro illustrato ‘Oltre il Cappuccio Rosso’. Edito da Palindromo, il libro contiene postfazioni di Daniela Thomas e Donatella Natoli. Diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Bologna, Roberta inizia un percorso che la porta al raggiungimento di uno stile evocativo e delicato, che si riversa nelle illustrazioni del libro. Il filo conduttore del testo e delle illustrazioni è il tema della violenza, trattato in maniera velata ma allo stesso tempo esplicativa.

img2_Roberta Terracchio

 

“L’idea di rivisitare la fiaba di Cappuccetto Rosso – racconta Roberta – nasce inizialmente per caso, forse per un legame inconscio che sentivo con la fiaba, presente fortemente nella mia memoria”. Gli studi in Accademia le hanno permesso di approfondire la conoscenza di Cappuccetto Rosso, nelle sue molteplici versioni e nelle analisi che nel corso degli anni si sono susseguite. “Queste hanno suscitato in me un forte interesse – continua – e la voglia di studiare e analizzare sempre di più la fiaba, spingendomi a realizzarne una nuova versione, scritta e illustrata da me, con il forte tema della violenza”.

 

 

img3_Roberta Terracchio 

“Dopo aver fatto ricerche sul tema della violenza – dice Roberta –  e su libri illustrati che trattassero temi forti, ho lasciato che fossero le emozioni a guidarmi e indicarmi le parole giuste, non sottovalutando mai il tema delicato che stavo affrontando”. Durante la stesura del testo, l’autrice si è spesso confrontata con una psicologa che le suggerisse il modo migliore per affrontare un tema tanto delicato. “Volevo dare un messaggio di speranza – aggiunge la Terracchio – , come si poteva superare un trauma simile? Ecco, la dottoressa Cottone mi ha aiutato a comprendere questo”.

 

 

img4_Roberta Terracchio

 

 

Anche la parte illustrata è stata frutto di studi e ricerche, ma ciò che ha guidato la creatività di Roberta sono state principalmente le emozioni. “Emozioni, dalle più buie alle più felici – confessa l’illustratrice –. Ogni singola pagina ha un messaggio ben preciso che spero emerga durante la lettura. Se il lettore riesce ad emozionarsi, ecco che il libro ha compiuto ciò per cui è stato realizzato”.

 

 

Una fiaba, per di più illustrata, rimanda ad un pubblico di giovani e giovanissimi. “Penso che un libro del genere – dice la Terracchio – possa essere letto anche dai più giovani, accompagnati da un adulto che possa rispondere alle loro domande”. Un libro catartico, in grado di accompagnare fuori dall’orrore chi ha vissuto una violenza e metterne a conoscenza anche chi ne è ignaro. “Il target di riferimento sono le donne, giovani e adulte – precisa Roberta –. Mentre scrivevo pensavo a come questo libro le avrebbe potute aiutare nel comprendere o superare quella tragedia”.

 

Roberta Terracchio

Roberta Terracchio

 

 

Roberta Terracchio, con il suo libro illustrato, ha fornito un modo per affrontare un tema delicato anche con i più piccoli, ed è lei stessa a suggerirlo. “Un libro come il mio – dice – potrebbe essere l’occasione giusta per parlare di un argomento che ancora risulta essere tabù, potrebbe essere un modo per affrontare l’argomento con i più giovani, a casa e nelle scuole. Non sottovalutiamo la potenza e l’utilità un albo illustrato, le immagini spesso posso comunicare molto di più delle parole”.

 

Lascia un commento

*