‘Ritrovarsi’, la quarta edizione </br>  A Sciacca tre giorni di esposizioni

‘Ritrovarsi’, la quarta edizione
A Sciacca tre giorni di esposizioni

Le vie saccensi accolgono le opere di ventisei artisti esposte nel quartiere dei marinai.

La città di Sciacca è pronta ad accogliere per il quarto anno consecutivo la manifestazione ‘Ritrovarsi – Festival internazionale d’arte contemporanea’. Ventisei artisti provenienti da tutta Italia esporranno le loro opere all’interno di un percorso creato nel quartiere dei marinai. Un’occasione per gli spettatori di scoprire vicoli, cortili, edifici e piazze che rappresentano la memoria architettonica della cultura del Mediterraneo, attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea, del teatro e del cinema. Anche quest’anno la città di Sciacca si trasforma in un’installazione a cielo aperto, sotto l’attenta direzione artistica di Stefania Giacchino.

11760585_10206250677320139_1190420934_o

“Ritrovarsi è un evento corale nato dalla volontà di cittadini che amano la loro terra e che vogliono portare avanti un progetto legato all’arte e alla bellezza – ha affermato la Giacchino – attraverso il lavoro di centinaia di artisti che hanno aderito alle diverse edizioni, i luoghi si animano di messaggi visivi e uditivi, si riempiono di concetti e di idee nuove e produttive”.

Dal 31 luglio al 2 agosto gli artisti, selezionati tramite concorso pubblico dal curatore Virginia Glorioso, avranno modo di esporre le loro opere “Il Festival di Arte Contemporanea per tre giorni accoglie al suo interno diverse forme artistiche nel campo delle arti visive – ha concluso il direttore artistico – e inoltre richiama artisti da tutto il territorio nazionale che interagiscono con il sito e con gli abitanti in uno scambio di arte e cultura”.

 

 

 

 

11770606_10206250677440142_477177649_oNel corso delle tre serate verranno messi in scena due spettacoli, ‘Di cosa parliamo quando parliamo d’amore’ di Raymond Carver e ‘Sono le storie che fanno ancora paura ai mafiosi’ di Franco Bruno, di cui è curatore Gianleo Licata. La sezione video, a cura di Nino Sabella, è ospitata nella sala del Cinema Campidoglio ed è dedicata alla scoperta dell’opera di artisti fuori dai margini del sistema ufficiale: cinque documentari del regista palermitano Ruggero di Maggio, realizzati all’interno del progetto Outsider Art, offrono agli spettatori un viaggio immaginifico lungo l’isola attraverso gli occhi e le mani di cinque artisti “inconsapevoli”.

 

 

Sempre giorno 31 si inaugura la mostra di Lorenzo Cascio, artista saccense formatosi come ceramista, mentre, presso la ex chiesa di Sant’Antonio Abbate, si inaugura una mostra del ceramista Giovanni Fisco, che celebra i suoi cinquant’anni di attività e l’antichissima tradizione di Sciacca nella lavorazione della terracotta. Infine Fra gli eventi collaterali, resta in corso fino a domenica 2 agosto la mostra “In memory di Nino Nacci”, promossa dal Circolo di Cultura di Sciacca, presso la sede dell’associazione.

Lascia un commento

*