Profumi, guida a quelli di tendenza </br> I consigli di Miky Cairone

Profumi, guida a quelli di tendenza
I consigli di Miky Cairone

Il modellista del brand Motivi questo mese abbandona i capi di tendenza e ci fa viaggiare tra le fragranze.

Spesso ci si concentra sull’outfit, sui capi da indossare, tralasciando quello che di noi rimane impresso agli altri: il profumo. Questo mese ne abbiamo parlato con il nostro esperto di moda Miky Cairone.
“Il profumo per una donna è come la ciliegina sulla torta. Ormai ogni brand ha la sua fragranza, sia le firme più prestigiose che il più banale marchio di fast fashion. Io vorrei darvi qualche delucidazione in questa lunga lista di marchi per non rischiare di cadere nel dozzinale”.

downloadBisogna dunque stare attente al profumo che si sceglie. Cairone distingue la profumeria commerciale da quella artistica o di nicchia. Ma cosa significa?

“Possiamo dividere questo mondo in due filoni: la profumeria commerciale e quella di nicchia o artistica. La prima è quella più conosciuta che si trova nelle profumerie classiche o nella grande distribuzione. Pubblicizzata sui giornali o in tv è quella dei brand famosi che spesso utilizzano come modelli bellissimi per colpire subito il cliente. Alcuni di questi profumi sono diventati iconici e, nonostante gli anni, piacciono ai giovani. L’esempio più famoso è Chanel n°5”.
Oltre alle fragranze più commerciali, che vediamo nelle pubblicità in tv o sui giornali, ce ne sono moltissime altre, sconosciute ai più.
“La profumeria artistica ha una produzione e una distribuzione molto più limitata. La selezione dei materiali viene studiata e sperimentata per lungo tempo. Solitamente si cerca di ricreare emozioni, proprio come facevano gli antichi profumieri del mondo arabo. Ogni profumo si compone di note di testa, note di cuore e note di fondo. Quelle di testa colpiscono l’olfatto, le seconde sono più persistenti e quelle di fondo sono quelle che non si dimenticano più”.

 

PA2014_01_00382Ma come si sceglie un profumo?

“In primis non bisogna essere impulsivi. Un profumo di nicchia va assaporato e raccontato, come se fosse un buon vino. Prima di comprare un profumo bisogna provarlo, spruzzatelo e poi tornate il giorno dopo. In questo modo darete modo all’essenza di evolversi. Provatelo sui polsi ed evitate di strusciarli. Non provate mai troppi profumi insieme altrimenti andate in confusione. Consiglio di annusare il profumo sulla vostra pelle ad occhi chiusi. La scelta del profumo è molto personale, regalarne uno è un’impresa”.

Lascia un commento

*