Primitive: la nuova disciplina </br> che non prevede pesi

Primitive: la nuova disciplina
che non prevede pesi

Focus con i personal trainer Marzia Filippazzo e Angelo Mangione.

L’estate si avvicina e l’ansia da prova costume cresce giorno dopo giorno. E così si iniziano a provare diete e sessioni di allenamento davvero stancanti. Ma, per mantenere il nostro corpo giovane e snello, servono allenamento, costanza  e una corretta alimentazione. Per quanto riguarda l’allenamento questa volta abbiamo approfondito su un nuovo sporto, Primitive, con Marzia Filippazzo e Angelo Mangione.

“Il primitive è una nuova disciplina che si pratica a contatto con il suolo – ha spiegato Mangione – il suolo crea una linea guida che permette di sviluppare dei movimenti e costringe a non creare compensi tipici del lavoro in piedi”.

Un allenamento che si svolge a piedi nudi quindi e che allena tutto il corpo.

“Alleniamo sempre e comunque tutti i gruppi muscolari in maniera completa – ha spiegato la Filippazzo – in una lezione si alternano esercizi di mobilità, stabilizzazione e coordinazione del core e si crea un collegamento tra parte bassa e alta del corpo”.

Ma come si svolge un allenamento tipo?

“Il primitive rompe gli schemi imposti della tipica sessione di allenamento ci ridà la possibilità di riscoprire le nostre potenzialità ed essere in grado di compiere movimenti rapidi, reattivi, coordinati e funzionali – ha continuato Mangione –  l’allenamento si suddivide in tre fasi: La prima fase verrà chiamata warm up e verranno svolti esercizi di joint mobility che riguardano la mobilità delle articolazioni fondamentali del corpo umano, la colonna vertebrale , l’anca e la spalla. La seconda fase è chiamata Main part e verranno eseguiti gli esercizi di carico che hanno l’obiettivo di potenziare a livello neuro-muscolare le tre aree corporee. La terza fare di defaticamento chiamata Cool down nella quale verranno eseguiti gli stessi esercizi della prima fase”.

La buona notizia consiste nel fatto che questo tipo di sport può essere praticato ovunque.

“Il Primitive Functional Movement è adattabile a tutti, dagli anziani ai bambini agli atleti d’elite e per ogni obiettivo, dalla riabilitazione alla preparazione atletica, dal recupero posturale agli obiettivi estetico-funzionali, e può essere svolto ovunque, in palestra, a casa o all’aperto”.

Lascia un commento

*