Piante in camera da letto: sì o no? </br> Sfatiamo alcuni falsi miti

Piante in camera da letto: sì o no?
Sfatiamo alcuni falsi miti

Purificano l’aria, favoriscono il relax e alleviano emicranie ma attenzione a quali scelte fate.

PALERMO – Ognuno di noi almeno una volta nella vita ha sentito dire che le piante in camera da letto fanno male. Noi, invece, vi diciamo che non è vero e vi spieghiamo perché: le piante in casa purificano l’aria, rendono l’ambiente più rilassante ed eliminano le tossine presenti. Vi sveliamo quali fanno bene.

Credenze alimentate da continue dicerie. Tendiamo a non mettere piante in camera da letto perché sappiamo tutti che di giorno rilasciano ossigeno ma di notte anidride carbonica, per via della fotosintesi clorofilliana. È vero, ma la quantità di anidride carbonica rilasciata è talmente bassa da non potersi considerare come nociva per chi dorme in quella stanza.

Leggi anche Piante d’appartamento Tutti i metodi contro il caldo estivo

Il verde in casa favorisce il relax. La camera da letto è il luogo della casa in cui si trascorre la maggior parte del tempo, quello dedicato al riposo e cosa c’è di più distensivo di una passeggiata in un bosco o in un parco in mezzo al verde? Avere una pianta in camera da letto non sarà certo la stessa cosa, ma favorirà comunque la sensazione di pace e relax.

Aria più sana e pulita in casa. La presenza di alcune piante in ambienti chiusi favorisce la purificazione dell’aria. Spesso non ci rendiamo conto di quanto le cucine a gas, le stufe, i deodoranti e gli spray utilizzati in casa influiscano sulla qualità dell’aria che respiriamo. Benzene, formaldeide e ammoniaca possono essere notevolmente ridotti dalla presenza di piante in casa e in particolare in camera da letto.

Ecco quali piante evitare e quali fare entrare in camera da letto. Ci sono alcune specie particolarmente indicate per un ambiente delicato come quello in cui si dorme. Edera, felce, filodendro, aloe vera, maranta, spatifillo, orchidea e photos sono le benvenute per migliorare l’umore, alleviare il mal di testa e purificare l’aria. Attenzione alle piante eccessivamente profumate, potrebbero causare emicranie e nausee al risveglio.

Leggi anche Un giardino dentro casa Come realizzare l’ambiente green

Lascia un commento

*