Teatro e comicità a volontà </br> A tu per tu con I Pezzi di Nerd

Teatro e comicità a volontà
A tu per tu con I Pezzi di Nerd

Tantissima simpatia e con lo spettacolo “Ho adottato mio fratello” gireranno l’Italia.

Quattro ragazzi, una sola passione e tanta voglia di fare del teatro la propria vita. I Pezzi di Nerd sono un gruppo di artisti nato nel 2012. All’inizio della loro storia erano in cinque, ma successivamente uno di loro si è 15622219_1324887567582703_3581733023224033227_nstaccato dal gruppo e sono rimasti in quattro: Michele Iovane, Mirko Cannella, Jey Libertino e Nicolò Innocenzi.

La passione di Michele, Jey e Nicolò per la recitazione è nata quando erano piccoli. “Durante la mia prima recita a scuola dove interpretavo Polifemo ho avuto degli apprezzamenti da parte del pubblico – racconta Michele -. In quel momento ho capito che stare sul palco e vedere le persone che applaudivano per quello che facevo o dicevo era quello che volevo fare nella vita”. Questo amore per il mestiere è scaturito anche in Jey all’età di sette anni: “Guardavo con i miei genitori ‘Ritorno al futuro’ e alla fine mio padre mi ha spiegato che quello era un film e che quelle persone che vedevo erano degli attori. Sono stato folgorato da quel mondo e ho capito che volevo viverlo”. Anche Nicolò ha capito che da grande voleva fare l’attore quando è salito sul palco durante un centro estivo: “Sono molto timido nella vita in realtà, ma salendo sul palco quel giorno mi sono dimenticato tutto ed è stata un’emozione incredibile che ho voluto che si ripetesse tante altre volte nella mia vita”.

Per Mirko, invece, l’approccio con il mondo della recitazione è stato diverso perchè inizialmente, all’età di dodici anni, ha cominciato a lavorare come doppiatore e soltanto qualche anno fa ha scoperto il teatro. “Per migliorare la mia dizione e indirettamente la mia recitazione ho cominciato a frequentare corsi amatoriali – spiega Mirko -. Una volta concluso il liceo ho deciso di fare un’accademia di recitazione perchè ho capito che era quello che volevo fare nella vita”.

12524281_1023772321027564_6813021235932789058_nEsperienze diverse non sono state però un ostacolo per i quattro ragazzi che si sono incontrati al Teatro Golden di Roma mentre frequentavano l’accademia di recitazione gestita dal teatro stesso. “In classe eravamo sei ragazzi – raccontano -. In cinque abbiamo deciso di creare questo gruppo per recitare insieme, ma poi Stefano Scuderi ha deciso di staccarsi e ora siamo in quattro”.

Ed è proprio il Teatro Golden che li ospiterà dal 10 al 22 gennaio per il loro spettacolo ‘Ho adottato mio fratello’ che racconta la storia di due fratelli che, dopo la morte di entrambi i genitori, si ritrovano a dover gestire la loro casa e la stanza del padre ormai vuota. “Uno dei due fratelli, Francesco, è molto metodico, ha un lavoro e cerca di portare avanti l’economia della casa e la famiglia, ma soprattutto odia i cosiddetti ‘terroni’ – svelano a Leisì prima dell’inizio dello spettacolo – . Mentre l’altro fratello, Bruno, ha il vizio per il gioco d’azzardo, scansafatiche ed è senza lavoro”. Per ottenere soldi facilmente, Bruno decide di affittare, all’insaputa di Francesco, la stanza del padre a due ragazzi del sud tanto odiati dal fratello.

La commedia gioca sull’incontro di tre regioni, il Lazio, la Puglia e la Sicilia, che si ritroveranno al centro di incomprensioni. Una tabella di orari, uno champagne, due amici di passaggio sono i tre elementi su cui verteranno i divertenti sketch portati avanti dai quattro attori. Una storia che fa divertire, ma che fa anche tanto riflettere grazie ad un finale inaspettato. 20170110_220428

Michele, Nicolò, Mirko e Jey con ‘Ho adottato mio fratello’ partiranno con una tournèe che li vedrà anche a Palermo il 16 marzo al Teatro Jolly. Già ad ottobre 2016 I Pezzi di Nerd erano stati al Teatro Agricantus di Palermo per una settimana con questo spettacolo. “L’esperienza in Sicilia è stata molto positiva e siamo contenti di tornarci – sottolineano i ragazzi -. La tournèe però toccherà anche molte altre città italiane”. In cantiere hanno già altri due spettacoli teatrali che sperano di portare in giro per l’Italia sempre con l’intento di far divertire con intelligenza grazie alla recitazione, l’arte che hanno sempre amato e che ora è il loro mestiere.

Lascia un commento

*