Milano, Balmain apre il primo </br> flagship store italiano

Milano, Balmain apre il primo
flagship store italiano

Il lusso minimal chic porta la firma del giovane direttore creativo Olivier Rousteing.

Un nuovo flagship store nel quadrilatero della moda milanese. In via Montenapoleone 27D, accanto alla boutique di Ermenegildo Zegna, apre le sue porte il primo store italiano di Balmain. Dedicato interamente alla moda donna, dagli abiti agli accessori, è anche la prima boutique della maison che porta la firma del suo nuovo e giovanissimo direttore creativo, il 32enne Olivier Rousteing. Su due livelli che riproducono gli ambienti di una appartamento signorile parigino, lo store Balmain si estende per 280 metri quadrati ed emana lusso da ogni angolo.

Le stanze dello store Balmain di Milano

Oro, bianco e nero sono i colori base scelti seguendo un look minimal chic. Velluto, legni, parquet, tappeti e marmi pregiati fanno da appoggio alla collezione del brand. Nel foyer è possibile scegliere le scarpe, l’ambiente che rappresenta la biblioteca accoglie le borse, nella sala giochi invece si ammirano i gioielli e il soggiorno invece espone il prêt-à-porter femminile. Salendo infine le scale in ferro battuto si accede a un immaginario boudoir trasformato in sala prova.

Balmain Experience

I dettagli preziosi non passano inosservati: specchi e cristalli Swarovski brillano e irradiano di luce tutto l’ambiente circostante. Rousteing è noto infatti per il suo stile semplice e lineare arricchito però da elementi appariscenti sui suoi modelli e come, in questo caso, nell’arredo delle sue boutique. Ma a rendere lo store Balmain di Milano ancora più interessante è il suo essere contemporaneo. Tra un acquisto e l’altro è infatti possibile vivere a 36o° una Balmain Experience attraverso un dispositivo di virtual reality che permette al cliente di assaporare fino in fondo l’essenza della maison.

Il concept del flagship store Balmain di Milano verrà riprodotto anche Miami, Hong Kong, Las Vegas, Pechino.

Lascia un commento

*