Maltrattamenti nell’infanzia </br> ‘Traumi da non ripetere’

Maltrattamenti nell’infanzia
‘Traumi da non ripetere’

Tavola rotonda in programma a Roma presso la Facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza.

Si terrà a Roma, presso la Facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza, l’incontro “Traumi da non ripetere”, che affronterà il tema del trauma e dei suoi effetti a lungo termine. Esperienze di vita quali lutti e maltrattamenti nell’infanzia hanno purtroppo una ricaduta sulle relazioni che si andranno ad instaurare nella vita.

La tavola rotonda, organizzata dalla dott.ssa Anna Rita Verardo, psicologa, psicoterapeuta e responsabile del centro clinico Feel Safe a Roma, nota anche per diverse pubblicazioni di successo, si terrà mercoledì 17 maggio 2017 presso l’aula 3 della facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma, in via dei Marsi 78 dalle ore 17:00 alle ore 19:30. Con lei alcuni dei più grandi professionisti nel campo della psicopatologia infantile.

Vi prenderanno parte il prof. Nino Dazzi, con l’intervento “Dalla Paura della Perdita alla mancata risoluzione del lutto”, la prof.ssa Anna Maria Speranza, che affronterà la delicata tematica dei “Lutti e traumi nel passato dei genitori di bambini maltrattati”, il prof. Giampaolo Nicolais che interverrà su “La regolazione affettiva nella diade”, il dott. Fabio Monticelli con l’intervento “La strategia controllante accudente come fattore predisponente allo sviluppo di psicopatologia”, la dott.ssa Isabel Fernandez che parlerà de “Il contributo dell’EMDR nella terapia e riparazione dei traumi dell’attaccamento”.

La serata continuerà alle 19:30 presso il wine bar “Gente di San Lorenzo”, con la presentazione del nuovo libro della dott.ssa Verardo “Attaccamento traumatico: il ritorno alla sicurezza”, con la partecipazione di Sabrina Paravicini. Un testo intenso e coinvolgente che attraversa la tematica dell’attaccamento attraversando le complessità dei legami che sono stati teatro di esperienze dolorose. Le separazioni, i lutti gli abusi emotivi e psicologici sono spesso come orme nel cemento e riconoscerli è il più importante fattore di protezione poiché permette a noi genitori di comprendere la nostra storia di figli ed interrompere la catena del trauma transgenerazionale.

Anna Rita Verardo, psicologa e psicoterapeuta. Da sempre interessata alla ricaduta delle esperienze traumatiche di vita sullo sviluppo della personalità è responsabile del centro clinico Feelsafe. È trainer certificato dell’associazione EMDR Europe e membro del comitato europeo per l’applicazione dell’EMDR ai bambini e agli adolescenti. Si è dedicata all’attività di ricerca dell’associazione EMDR sui correlati neurobiologici dell’EMDR, attraverso lo studio dell’elettroencefalografia. È autrice di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche e di La giusta distanza e coautrice del volume Tu non ci sei più e io mi sento giù. È madre di Martina una giovane donna di 20 anni.

Sabrina Paravicini, attrice, regista e scrittrice, ha lavorato con Mario Monicelli, Maurizio Nichetti, Carlo Lizzani, Carlo ed Enrico Vanzina, Gianluca Tavarelli, ha pubblicato come autrice di narrativa romanzi con Gremese, Zelig Baldini & Castoldi, Feltrinelli e Rizzoli. Dopo numerosi anni nei panni di Jessica nella popolare fiction “Un medico in famiglia”, nel 2004 ha deciso di esordire alla regia con un lungometraggio distribuito dalla major americana Sony- Columbia Tristar ed è stata premiata da Ettore Scola al “Magna Grecia Film Festival” come attrice e regista emergente. In questi anni ha alternato la sua partecipazione come attrice a teatro, fiction televisive, cortometraggi d’autore e si è dedicata alla scrittura e alla regia di videoclip musicali.

Dal 2010 al 2014 ha curato la direzione artistica del Contest “Under30” premio letterario nazionale dedicato ai giovani autori sotto i 30 anni che ha visto la collaborazione di numerosi registi in giuria e sul palcoscenico attori di spessore del mondo cinematografico e televisivo italiano. Da maggio 2016 è amministratore unico e co/founder della società che edita il magazine culturale www.ilmondocane.it e la relativa agenzia di comunicazione.

Lascia un commento

*