Ripresa economica italiana </br> L’economia si veste di rosa

Ripresa economica italiana
L’economia si veste di rosa

314

Più della metà delle imprese sono gestite da donne. Così l’Italia riemerge dalla crisi.

Le donne ormai non sono più soltanto le mamme tuttofare. Da decenni le imprese hanno aperto le loro porte al gentil sesso e sembra che l’uscita dalla crisi economica in Italia sia guidata proprio dalle imprese in rosa. Tra il 2014 e il 2016 il numero di aziende guidate dalle donne si è triplicato aumentando dell’1,5%. Sono questi i dati che emergono dal focus realizzato da Censis- Confcooperative, “Donne al lavoro, la scelta di fare impresa”.

impresa 2

Quello che le donne hanno superato nell’ultimo secolo per riuscire ad emergere dai pregiudizi e tradizioni che le vedevano solo chiuse in casa, ha permesso loro di essere molto più competitive. Le cooperative italiane sono sempre più a guida femminile che maschile. I numeri dicono che ben il 58% dei dipendenti delle cooperative sono donne e che ben il 26% dei dirigenti sono proprio donne.

impresa 5

 

Ciò che sorprende ulteriormente è che i settori in cui è avvenuto l’incremento sono quello energetico e quello delle costruzioni. Due settori che storicamente sono sempre stati monopolizzati dagli uomini. Inoltre il boom di imprese gestite da donne è al sud del paese dove la crisi ha mietuto più vittime in assoluto tra le imprese. Sembra che proprio nelle regioni meridionali le donne si siano fatte forza per rimettere in piedi l’Italia a partire proprio dalle piccole imprese.

impresa 3

Infine il dato forse più importante rispetto alle tante lotte femministe degli anni ’60 e ’70, è che in Italia oltre 2 milioni e 700 mila donne hanno una laurea contro i 2 milioni e 328 mila uomini laureati. Gli startupper, invece, continuano ad essere a maggioranza uomini con una quota del 75,5% contro soltanto il 24,5% di donne.

 

 

Lascia un commento

*