La nuova tendenza capelli? </br> Si chiama Tiger Eye Hair

La nuova tendenza capelli?
Si chiama Tiger Eye Hair

Tutto quello che c’è da sapere sulla tendenza capelli che dona proprio a tutte.

tiger-eye-2Dopo il bronde, il cherry bombre e il chocolate mauve la nuova tendenza capelli si chiama tiger eye hair. Nel nome e nei colori si ispira all’omonima pietra, un cristallo di quarzo che a sua volta ricorda con le sue striature dorate su base scura l’iride dell’occhio di una tigre. Secondo la cristalloterapia l’occhio di tigre è capace di migliorare l’umore, sollevando dagli stati di tensione e d’ansia ed irradiando sferzate di energia a chi la indossa.


Ecco perché la colorazione tiger eye è amatissima dalle star
come Jennifer Lopez o Jessica Alba che con essa hanno donato nuova vitalità alla propria chioma. Infatti permette non solo di illuminare le ciocche attraverso riflessi color miele o caramello, ma scolpisce il viso attraverso la tecnica dell’hair contouring.

Ma come si realizza? La tecnica è molto simile al balayage
realizzando colpi di luce su una base scura, come il castano cioccolato, su tutta la lunghezza e in punti specifici per un luminoso effetto tridimensionale. Questo perché le sfumature compariranno gradualmente donando movimento a tutta la capigliatura.
tiger-eye-1
Proprio per questo motivo la tiger eye risalta particolarmente
su capelli lunghi e scalati specialmente con onde morbide che ne accentuano il movimento ma questo non impedisce di realizzarlo anche su tagli corti e sfrangiati.

Ma c’è di più, perché questa colorazione non richiede molti ritocchi
permettendovi di recarvi dal vostro parrucchiere ogni 4-6 mesi. Ciò non toglie però che ne dovrete averne cura tramite olio di argan o di semi di lino, shampoo e balsami non troppo aggressivi e specifici per capelli colorati e non eccedendo con i lavaggi.

Infine anche se abbiamo detto che la tiger eye è dedicata
alle castane e dalla pelle olivastra è possibile realizzarla anche sulle bionde e dalla pelle più chiara attraverso un procedimento inverso colorando la base con una tonalità più calda e inserendo colpi di luce per non appiattire la capigliatura.

Che aspettate a provarlo?

Lascia un commento

*