La cucina che vorrei: consigli </br> per scegliere l’arredamento giusto

La cucina che vorrei: consigli
per scegliere l’arredamento giusto

Un piccolo vade mecum per trovare lo stile ideale e personalizzare la vostra cucina.

PALERMO – Scegliere l’arredamento della cucina non è mai semplice. È un ambiente particolare della casa che viene vissuto molto per via della sua intrinseca funzione. Visto che potremmo passare dello alla cucina gran parte del nostro tempo in casa, è bene scegliere un mood che non ci stanchi.

Prima di tutto lo stile. Se provate a guardare immagini in rete, su riviste e cataloghi o direttamente negli showroom di negozi e rivenditori, noterete che le possibilità e gli stili sono davvero tanti. In un primo momento potreste confondervi di fronte a cotanta vastità, ma mettendo i giusti paletti comincerete a definire lo stile che preferite, che sia classico, moderno o contemporaneo.

L’sola con piano cottura a induzione e una cappa di design è un elemento molto cool.

Mix di materiali. Le ultime tendenze mostrano cucine che mischiano materiali diversi per composizioni davvero strabilianti. Sia che vi piaccia l’effetto legno come rovere o ciliegio, sia che preferiate il laccato nella versione opaca o lucida, sia che vogliate aprirvi a nuove proposte come un effetto cemento e ante in vetro, potrete disporre materiali e colori in maniere tanto diverse da riuscire a personalizzare la cucina secondo i vostri gusti.

Attenzione ai dettagli. Si dice sempre che siano i dettagli a fare la differenza, bene, una volta scelti lo stile e i materiali, dovrete pensare alle rifiniture, che poi proprio tali non sono. L’apertura di cassetti e sportelli, per esempio, può avvenire tramite una maniglia – e ne esistono di ogni genere e forma – o tramite una fessura centrale, oppure con un gioco di molle per cui basta pigiare l’anta, o infine con una gola, una piccola cavità per tutta la lunghezza del modulo che vi consente di afferrare l’anta o il cassetto da ogni parte. Anche il colore della gola può essere un particolare interessante.

Osate con abbinamenti di colori diversi.

La scelta degli elettrodomestici. Diciamo la verità, sono quelli che comportano la spesa maggiore quando si acquista una cucina. Sono d’obbligo i fuochi ovviamente ai quali potete abbinare il forno – sia che lo poniate sotto ai fuochi, che in una colonna a parte – il microonde a incasso e il frigorifero. Questi ultimi potete anche decidere di metterli a libera installazione e scegliere forme e modelli che preferite, ma spesso i rivenditori possono proporvi offerte e pacchetti di elettrodomestici di ottime marche.

Domande e riflessioni. Cestoni o sportelli? I primi sono più moderni e dispendiosi, i secondi consentono di sfruttare meglio alcuni spazi ma sanno di già visto. Provate ad alternarli in base alle esigenze. Lavabo a due vasche o unico? Gocciolatoio sì o no? Se optate per una lavastoviglie in cucina, potete anche scegliere un lavabo più piccolo e ampliare il vostro piano di lavoro, la tendenza però sembra prediligere la vasca unica. Pattumiera integrata o libera? Non c’è dubbio che integrata sotto al lavabo sia esteticamente migliore e favorisca la raccolta differenziata ma dovete capire se siete disposti a “perdere” tutto quello spazio per riporre ciò che volete.

Il microonde ad altezza pensili è una vera chicca.

Forno sotto ai fuochi o in una colonna a parte? Siamo abituati ai forni delle nostre mamme, ma nessuno di noi vorrebbe abbassarsi ogni volta che cucina qualcosa al forno, e poi con una colonna si acquista tanto spazio con gli sportelli sopra e sotto oltre a poter porre il cassetto delle posate direttamente sotto ai fuochi. Frigo a incasso o a libera installazione? Non c’è dubbio che il primo renda la cucina più uniforme ed esteticamente gradevole ma se preferite un frigorifero di grandi dimensioni, allora è meglio metterlo a parte. Su tutto però regna il gusto personale e su quello non si discute.

Lascia un commento

*