Kweder: il brand siciliano </br> dal mood animal friendly

Kweder: il brand siciliano
dal mood animal friendly

460

Le sorelle Amira, Naife e Jamila Kweder lanciano il primo vegan fashion brand Made in Sicily.

PALERMO – Tre giovani sorelle, tre diverse specializzazioni, tre mondi che confluiscono nella passione per la moda. Amira, Naife e Jamila Kweder, messinesi di origine siriana, con il loro omonimo brand hanno realizzato un sogno, quello di creare una loro linea di accessori concentrando in essa il loro stile di vita vegano.

Le loro passioni sono sempre state l’arte, la pittura, il disegno e, la moda, “che è un’espressione artistica tra le più elevate, – afferma entusiasta Jamila – ci è sembrata la scelta giusta per esprimerci a tutto tondo in un progetto congiunto”.

Le sorelle Kweder

Le sorelle Kweder

Le tre sorelle Kweder, dicevamo, non lavorano da sempre nel campo della moda e tramite le singole peculiarità professionali hanno saputo creare un progetto completo: “Amira è la parte più creativa di noi in quanto architetto restauratore, – spiega Jamila – Naife ha una propensione per il commercio e la gestione amministrativa come ex proprietaria di un ristorante, io invece da programmatore informatico mi occupo dell’aspetto che riguarda la gestione e-commerce e media marketing”.

Le materie prime ricercate dall’azienda sono ecosostenibili, animal friendly e prodotte in tutta Italia, la manodopera invece impiegata per ottenere il prodotto finito è esclusivamente siciliana: “Abbiamo stretto delle partnership con aziende siciliane a cui commissioniamo la realizzazione del prodotto finito a partire dai nostri modelli, convinte – spiega Jamila – che la manifattura siciliana sia altamente qualificata. I tessuti, totalmente privi di derivati animali, invece vengono reperiti su tutto il territorio italiano attraverso aziende studiate dal punto di vista etico considerando – continua Jamila – il loro assetto lavorativo e il loro impegno nella cura dell’ambiente attraverso iniziative specifiche nella ricerca di un business sano”.

TETU'

 

I materiali utilizzati, di cui potrete leggere le caratteristiche complete sul sito ufficiale del brand, sono l’alcantara, altamente resistente ma quasi impalpabile e traspirabile acquistato presso l’omonima azienda leader del settore, il SOFTAN ossia una microfibra utilizzabile allo stesso modo della pelle, il thunit flessibile e resistente simile al cuoio e la EQ porellina utilizzata per le fodere interne.

La collezione primavera/estate 2017 è composta da cinque modelli di calzature e cinque di borse disegnati dalle sorelle Kweder “dopo mesi di grande lavoro di ricerca a partire dalle suggestioni della nostra terra e sottoposti, in fase successiva, alla valutazione dei nostri artigiani con cui abbiamo studiato la configurazione dei prodotti”.

MACALLE'-PIGNOCCATA

La sicilianità del brand e il legame delle sorelle si esprimono anche tramite le stampe realizzate attraverso la tecnica del laser cutting con la quale “è stato possibile non soltanto tagliare ma incidere i disegni mantenendo – puntualizza Jamila – il materiale intatto, come nel caso delle calzature a motivi floreali in cui nelle due scarpe volutamente non coincidono simmetricamente a rappresentare, l’enigmaticità della nostra Sicilia. Invece la stampa a quadretti colorati – continua – si ispira a un quadro realizzato in esclusiva per la collezione da un pittore locale, Angelo Ielo”

Gli accessori Kweder possono essere acquistati sul sito ufficiale ma a breve verranno allestiti dei corner in cui “presentare il progetto nostro poiché – conclude Jamila – il nostro obiettivo è quello di dare la possibilità di vivere la bellezza e il fashion in accordo e in armonia con l’ambiente”.

Lascia un commento

*