Successo per ‘Jingle Books’  </br> 2^ edizione a Palazzo Asmundo

Successo per ‘Jingle Books’
2^ edizione a Palazzo Asmundo

La festa del libro proposta dall’editoria palermitana indipendente dal 16 al 18 dicembre.

PALERMO – All’interno della suggestiva cornice di Palazzo Asmundo (Via Pietro Novelli, 3) è in corso la seconda edizione di “Jingle Books” la fiera del libro e delle arti, proposta dalla rete di Editori allo scoperto e dalla Cooperativa Turistica Terradamare con il patrocinio del Comune di Palermo. Dal 16 al 18 dicembre, un interno weekend dedicato al libro e alla cultura. Ingresso gratuito.rjingle-books-ii-3

La pioggia non ferma lettori e curiosi. Dopo il clamoroso successo della prima edizione, editori, autori e artisti si incontrano di nuovo a ridosso delle Feste con lo slogan “A Natale –  e non solo – regala un libro!”. Un invito a sostenere l’editoria in un momento di grande crisi dal quale si cerca di uscire promuovendo proprio la cultura, è questo l’intento della rete di case editrici palermitane Editori allo scoperto e della Cooperativa turistica Terradamare.

rjingle-books-ii-2

 

Meraviglie nella meraviglia. Già per strada, dalle finestre del Salone che dà su corso Vittorio si intravedono i tetti affrescati. Per l’occasione sarà possibile infatti visitare gratuitamente il Museo di Palazzo Asmundo e dalla sala dedicata alle esposizioni di libri, beni preziosi per la mente, una finestra offre una vista mozzafiato sulla Cattedrale di Palermo.

 

rjingle-books-ii-11

Ben ventidue le case editrici presenti in questa seconda edizione: Glifo Edizioni, il Palindromo, VerbaVolant edizioni, 21 editore, Edizioni LEIMA, Apertura a Strappo, Torri Del Vento, Edizioni, Ducezio, ZAP Edizioni, Nessun Dogma, Spazio Cultura, Edizioni Mesogea Culture Mediterranee, Istituto Poligrafico Europeo, Navarra Editore, rueBallu Edizioni, Corrimano Edizioni, CasaSirio Editore, Dario Flaccovio Editore, Maurizio Vetri Editore, Spl?n edizioni, Casa Woolf, Salvare Palermo Fondazione Onlus. Insieme per collaborare alla promozione dell’editoria.

rjingle-books-ii-23Una fitta serie di eventi accompagnano l’intero weekend di Jingle Books. Ad aprire le danze venerdì sera il cuntastorie Salvo Piparo, sempre capace di ammaliare il pubblico con le sue narrazioni sulla storia di Palermo. La giornata di domenica sarà dedicata principalmente alle famiglie con laboratori per bambini ed uno spettacolo di giocoleria ed equilibrismo. Sabato invece un ricco calendario di incontri, reading, presentazioni e conversazioni tra il Salone centrale e il Caffè Letterario, curato da Bacco Tabasco & Venere, all’interno del palazzo. A concludere l’intero evento un ballo di Galà in abiti storici dedicato al Gattopardo con Historical Dance Lab di Compagnia Nazionale Danza Storica.rjingle-books-ii-16

Jingle Books si conferma come un momento di festa per la cultura e per Palermo. Il clima che si respira a ridosso delle feste natalizie e la magnificenza della location settecentesca, vengono arricchiti dalla presenza di libri, che attirano l’interesse sia di lettori incalliti e fedeli a determinate case editrici che di curiosi, forse giunti lì per caso. Anche i bambini vengono coinvolti con laboratori e presentazioni su misura per loro.

 

rjingle-books-ii-15Un’occasione di incontro e di conoscenza. Se spiccano le meraviglie di Palazzo Asmundo, dai tetti affrescati alle vetrine, e i libri in primo piano, non bisogna dimenticare che dietro ad ogni stand, curato nei dettagli, ci sono editori e spesso autori pronti a rispondere in prima persona ad ogni domanda o curiosità. Un modo per far conoscere il mondo dell’editoria e la lavorazione che sta dietro alla realizzazione di un libro, direttamente da chi quel mondo lo vive.

Jingle Books è un evento da non perdere. Se avete voglia di trascorrere qualche ora immersi nella cultura, se ancora siete indecisi su alcuni acquisti di Natale, siete ancora in tempo per passare da Palazzo Asmundo. La magia di un libro non è solo nelle parole che contiene, un libro vive ed è lui a scegliere i propri lettori, chissà che i prossimi fortunati non siate voi.

Lascia un commento

*