Il libro di Alessandra Amoroso </br> Incontro con i fan alla Mondadori

Il libro di Alessandra Amoroso
Incontro con i fan alla Mondadori

Si chiama ‘A mio modo vi amo’ il primo libro della cantante impegnata nell’ “instore tour”.

C’è chi la aspetta dalle prime ore della mattina, chi appende striscioni di benvenuto, chi cerca di organizzare il gruppo di fan con un megafono portato da casa. Tanti i giovanissimi presenti nel pomeriggio alla Mondadori per accogliere Alessandra Amoroso. L’occasione è  l’instore tour di presentazione del primo libro della cantante, “A mio modo vi amo”, edito da Mondadori, nelle librerie dal 10 marzo. Scritto con Giacomo Sabatino e con la collaborazione di Silvia Gianatti, è un progetto che unisce ancora di più l’ artista e i suoi fan, noti per l’ affetto e la dedizione con cui seguono la Amoroso, molto presente tramite i  canali social e il fan club. Nei mesi scorsi infatti Alessandra aveva chiesto alla sua ‘Big family’, nomignolo che ha dato suoi sostenitori, di inviarle aneddoti, emozioni, racconti di concerti e incontri che li avessero coinvolti. Come si può immaginare il riscontro è stato subito immediato, da lì è nato il libro.

IMG_3080L’arrivo a Palermo di Sandrina, come ama chiamarla il suo seguito, è stato caloroso e accompagnato dalle note della sigla di “Uomini e donne” intonata dai fan, forse per associazione di idee, data la madrina Maria De Filippi. Comune anche il coro ‘Abbracciamo la vita abbracciamola insieme’, la cantante è stata al gioco con simpatia, e non ha lasciato trasparire nulla del dolore degli ultimi giorni. E’ della stessa artista infatti l’annuncio sui social network di un grave lutto in famiglia, avvenuto proprio qualche giorno fa. Ma si sa, la dura legge dello spettacolo impone agli artisti di continuare nel percorso lavorativo, nonostante tutto. Spazio dunque all’entusiasmo dei fan. Qualcuno ha ammesso un pò di delusione per non essere riuscito ad incrociare lo sguardo della cantante, pur avendo ottenuto la tanto attesa fotografia.

 

 

IMG_3071

 

Delusione dettata non da un atteggiamento della cantante, che ha concesso a tutti autografi nel libro e foto, ma per le dimensioni dell’evento, difficile da gestire in sole tre ore come previsto, e come la stessa Amoroso ha ammesso. Ad ogni modo, tanta l’emozione percepibile, quella di chi si è appassionato al lavoro dell’artista conosciuta dal 2009, anno del trionfo ad Amici. Una personalità quella di Alessandra Amoroso che ricopre sempre maggiore spazio nel mondo della musica, come riconosciuto di recente anche dalla storica rivista musicale Rolling Stone che l’ha inserita tre le “100 facce della musica italiana”.

Lascia un commento

*