“Il filo della memoria” </br> La Sicilia rievoca la Grande Guerra

“Il filo della memoria”
La Sicilia rievoca la Grande Guerra

L’evento in tre giornate è organizzato dall’associazione Suggestioni Mediterranee.

“Il filo della memoria: dalla Grande Guerra alla Resistenza, viaggio tra i ricordi di Tomasi di Lampedusa e Giorgio Bassani, passando per Auschwitz”: è il titolo dell’evento organizzato e promosso dall’associazione culturale “Suggestioni Mediterranee” presieduta da Maria Stella Pucci di Benisichi, che si terrà tra Palermo e Capo d’Orlando nei giorni 14, 15 e 31 maggio prossimi.

Tre giornate dedicate alla rievocazione del centenario della prima guerra mondiale e del settantesimo della Resistenza, tra convegni, dibattiti e mostre, animate dal contributo e dalle riflessioni di docenti universitari, storici, militari, reduci, sindacalisti, artisti e studenti.

“L’idea di dare vita alla manifestazione – spiega il presidente Pucci di Benisichi – nasce a seguito di una collaborazione attivata con il Comando Regionale della Guardia di Finanza, in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia: è emerso un mondo, ai più sconosciuto, fatto di collezionismo e memoria storica, che mi ha indotto a trasformare in un evento ad hoc preziose testimonianze e documenti legati alle guerre e ai fatti che hanno coinvolto tanto i militari quanto i civili. In un momento storico complesso quale il nostro – continua – credo sia opportuno tesorizzare la memoria di eventi anche tragici, affinché il passato possa essere un monito contro le intolleranze, i rigurgiti razziali e qualsiasi forma di esclusione sociale”.

In tal senso, non deve stupire se, alla realizzazione dell’evento, che ha ricevuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, un contributo è stato fornito da realtà militari che includono soggetti in servizio e in congedo: il Comando Militare Regione Sud e il Comando della Guardia di Finanza Regione Sicilia, l’Università degli Studi di Palermo e la Uil Pensionati Sicilia , primo sindacato ad avere abbracciato le tematiche riguardanti i dolorosi eventi legati alle guerre.

Grande attenzione è stata espressa anche dalle istituzioni: non a caso, tra i partner dell’evento figurano la Presidenza della Regione Sicilia, l’assessorato regionale alla Formazione e i Comuni di Capo d’Orlando e Torrenova.

Altrettanto ricco il parterre delle associazioni e degli enti privati che hanno fortemente voluto aderire alle giornate di rievocazione, con i loro contributi storici, culturali e , talvolta, anche familiari ed affettivi: dalla sezione Palermo dell’UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo ) fino al Fondo Ambiente Italiano, passando per il Lions Club Palermo Mediterranea, i Rotaract Palermo Ovest e Termini Imerese,  il club Rotary di Sant’Agata di Militello,  le associazioni “Sicilia Giappone” , “Amici dell’Archivio di Stato di Termini Imerese” e  ANAC 30° sezione Palermo, che raggruppa i Cavalleggeri.

Senza dimenticare l’Associazione Nazionale Finanzieri sezione Palermo e  l’associazione “E. De Rothschild”, il cui presidente Yeoshua Levy – De Rothschild presenzierà all’inaugurazione delle mostre che si terranno tra il capoluogo siciliano e la provincia messinese.

Lascia un commento

*