Il fastidioso ‘viso di cartapesta’</br>  I consigli e rimedi dell’estetista

Il fastidioso ‘viso di cartapesta’
I consigli e rimedi dell’estetista

Trucco a bassa tenuta, arrossamenti e pelle screpolata: la voce di Clara Spera.

Quante volte succede che, stendendo il fondotinta sul viso, si notano delle screpolature, delle ‘pellicine’ appena sopraelevate rispetto alla nostra pelle, che rendono il trucco poco omogeneo e finiscono per evidenziare questi difetti piuttosto che coprirli? La pelle tende ad essere ‘di cartapesta’ e poco morbida? Il trucco del viso tende a staccarsi e a formare delle chiazze di colore più accentuate in alcuni punti rispetto che ad altri? Se vi riconoscete in questa descrizione, è probabile che voi abbiate una pelle secca.

Abbiamo chiesto alla nostra estetista qualificata, Clara Spera, consigli sul trucco e rimedi per questo tipo di problematica. Di seguito le sue risposte.

Cosa si intende per pelle secca?

“La pelle secca è quella particolare condizione della nostra pelle che si ritrova ad essere non ben idratata per mancanza di acqua, determinando la classica caratteristica non uniforme del tessuto del viso. Deriva sicuramente da un fattore genetico, ma anche dal modo in cui trattiamo la nostra pelle, sia dall’interno che dall’esterno”.

In che senso? Come si può rimediare alla secchezza della pelle?

“Bisogna innanzitutto cambiare le abitudini quotidiane. Bere tanta acqua è molto importante, e bisogna ricordarsi che la prima fonte di idratazione arriva dall’interno. Senza il giusto apporto di acqua, frutta e verdura, il risultato delle cure esterne sarebbe drasticamente ridotto, pertanto è fondamentale acquisire questo comportamento quotidiano. Per quanto riguarda, invece, la pulizia del viso, sia di mattina che di sera, è bene scegliere un prodotto struccante a base oleosa e detergenti come il latte detergente e il tonico idratante adatto a pelli secche. Creme nutrienti a base di olii, acqua, acido ialuronico e acido glicolico a ph elevato contribuiscono al nutrimento della pelle. È utile scegliere, nel caso delle creme, quelle contenenti filtri di protezione dai raggi UV, per una cura più completa. Una volta a settimana si può ricorrere, inoltre, ad uno scrub esfoliante indicato per pelli secche”.

Andiamo al trucco. Quali prodotti è bene usare e quali comportamenti, invece, è meglio evitare?

“Partiamo dalla base: un comportamento spesso usato, ed assolutamente errato, è quello di tentare di coprire i punti screpolati con il trucco. Quando la pelle è screpolata bisogna usare soltanto delle creme idratanti che possano riparare il danno. Provare a coprire i punti più secchi serve solo a sottolinearne l’esistenza, quindi, in questi casi, è meglio evitare completamente di truccare il viso. Come fondotinta, invece, è generalmente più indicato quello fluido, giacché si può meglio modellare rispetto ad un compatto. Tuttavia, le case produttrici di trucchi stanno aprendo il mercato anche verso altre formulazioni di fondotinta adatti alla pelle secca, quindi è probabile anche trovare un buon fondotinta non fluido. Cipria e terra, e le polveri in generale, vanno evitate o usate con moderazione. La cipria, specialmente, dal momento che tende ad asciugare tanto il viso, può essere spolverata con un pennello in maniera leggera e impercettibile, anziché essere distribuita con la spugnetta che di solito si trova nelle confezioni. Terra e fard possono essere usati per creare un contorno e un’ombratura sul viso, senza esagerare”.

Clara Spera

Clara Spera

Lascia un commento

*