Game of Thrones, ottava stagione </br>Tutte le anticipazioni e curiosità

Game of Thrones, ottava stagione
Tutte le anticipazioni e curiosità

Conclusa la settima stagione, fervono i preparativi per le riprese dell’ottava e ultima.

Domenica 27 agosto su Sky Atlantic HD, in contemporanea con gli Usa, è stata trasmesso l’attesissimo finale della settima stagione di Game of Thrones. Tante domande hanno ricevuto risposta e molte rivelazioni non hanno fatto che alimentare la sete di curiosità sul seguito delle vicende di Westeros.

A detta del direttore della programmazione HBO, Casey Bloys, le riprese che inizieranno ad ottobre 2017 per sfruttare nei mesi successivi i set naturali delle montagne innevate, si concluderanno ad agosto 2018 a cui seguirà una lunga postproduzione dovuta al massiccio utilizzo di effetti speciali. Se i calcoli sono corretti quindi, dovremo aspettare addirittura il 2019 per sapere cosa accadrà.

Gli episodi che comporranno l’ottava stagione saranno sei e non sette come la precedente e della durata di 80 minuti ciascuno tranne l’ultimo che durerà all’incirca due ore. Ma parliamo di cosa vedremo.

SPOILER ALERT!

Game_of_thrones_8_1

Dopo che nel sesto episodio, Death is Enemy, anche il drago Viserion era stato trasformato in un non-morto dal Night King, nel settimo ricompare come un’arma letale capace letteralmente di polverizzare la Barriera che avrebbe potuto almeno rallentare la marcia degli Estranei sui territori civilizzati. Quest’improvvisa accelerazione provocherà, com’è chiaro, quella che viene definita la Great War la quale potrebbe decretare la fine del mondo dei vivi e la conquista del potere da un re che finora era rimasto escluso dai giochi.

Game_of_thrones_8_2

A proposito di giochi, all’inizio di The Dragon and the Wolf, avviene qualcosa che nella serie non si era mai visto: i nemici mortali, i contendenti del Trono di Spade si incontrano per la prima volta per sancire una tregua e unirsi contro il nemico comune al di là della Barriera. Mai e poi mai una Lannister, Cersei in particolare, avrebbe accettato un compromesso scoprendo le proprie carte. E infatti le sue si rivelano false promesse, voltafaccia che indispone il molto più che fratello Jaime, fedele e da sempre a suo sostegno, ma pur sempre uomo d’onore. L’abbandono di Approdo del Re e della fazione della sorella da parte di Ser Jaime fa proprio pensare che sarà lui il valonqar, che in alto valyriano vuol dire “fratello minore”, a sancirne la morte predetta a Cersei quando era soltanto una ragazzina.

Game_of_thrones_8_6

Intanto, mentre Daenerys apre il suo cuore e accoglie nel suo letto il Re del Nord Jon Snow, Samwell Tarly e Bran Stark rivelano ciò che tutti avevamo intuito alla fin della sesta stagione. Jon Snow infatti non è il figlio bastardo di Ned Stark ma il figlio che la sorella Lyanna ha avuto con Rhegar Targaryen, fratello che Daenerys non ha mai conosciuto. Inoltre Jon, il cui vero nome è Aegon Targaryen, sarebbe così l’erede legittimo del Trono di Spade in quanto prima di morire Rhegar e Lyanna erano stati sposati in gran segreto a Dorne. Come reagiranno alla notizia zia e nipote? E se Daenerys in realtà non fosse sterile come le era stato annunciato?

Game_of_thrones_8_4

Per quanto riguarda Bran, ormai conosciuto come il Corvo con tre occhi, è stato ipotizzato che possa essere lui stesso il Night King a causa della strana connessione che sembra esserci tra i due. Che non sia quindi Bran l’asso nella manica per salvare Westeros? Questo però vorrebbe dire anche che Jon Snow, ritenuto Azor Ahai o il Principe che fu Promesso destinato a sconfiggere gli Estranei, potrebbe essere costretto a uccidere anche Bran.

Game_of_thrones_8_3jpg

L’arrivo degli Estranei non è stato l’unico colpo di scena. Inaspettata infatti è stata la condanna di Ditocorto Baelish che, convinto di avere portato a buon fine un’altra cospirazione ai danni della sorelle Stark, viene messo nel sacco dalle sue preziose lezioni elargite con noncuranza a Sansa. Tra due sorelle mai mettere il dito…corto. Questa evoluzione di Sansa in Lady tenace e coraggiosa ci piace sempre di più tanto che non sarebbe poi così inimmaginabile che possa prendere il comando di Winterfell.

 

Game_of_thrones_8_5

Infine, a conclusione dell’episodio, finalmente Theon Greyjoy riacquista senno e coraggio riconquistando, dopo una buona dose di colpi alla maniera delle Isole di Ferro, il potere sui suoi uomini. Si distacca infatti da Jon Snow, e non per fuggire stavolta, ma per correre in salvo della sorella Yara che tante volte ha ripudiato e che si trova ancora prigioniera dello zio usurpatore Euron. Una parte dell’ottava stagione sarà sicuramente riservata anche a questo scontro sperando che sia Theon e non Euron a trionfare.

Ma si sa, George R.R. Martin è più che abituato a coglierci alla sprovvista e potrebbe con ogni probabilità ribaltare completamente i destini di tutti i personaggi.

Lascia un commento

*