Estate? Accanto al contouring </br> compare anche lo Strobing

Estate? Accanto al contouring
compare anche lo Strobing

La make up artist Monica Maniscalco ci svela i segreti di questa nuova tecnica.

Ogni estate, si sa,  esce sempre qualcosa di nuovo nel mondo del make up. Un effetto che prima faceva impazzire tutte le donne, viene messo da parte al sopraggiungere di tecniche nuove. Il filo conduttore delle mode di trucco degli ultimi anni è stato quello di far sembrare l’incarnato il più naturale possibile. Anche nell’hair style abbiamo visto questa tendenza con il balayage prima e con l’ecaille dopo.

Se fino alla scorsa primavera il conturing (di cui vi abbiamo fornito una breve guida in questo articolo) era la tecnica preferita da tutte le donne per mettere in evidenza il viso, l’estate 2015 propone un nuovo effetto: lo strobing.download (1)

Questa nuova tecnica make up – che si sta affiancando alla precedente grazie ad alcune star del panorama italiano e non – consiste nell’illuminare le zone sporgenti del viso come fronte, zigomi, naso, e mento. Lo strobing tuttavia serve anche per le labbra, le palpebre e l’angolo interno dell’occhio.

Noi di LeiSi ne abbiamo parlato con la make up artist Monica Maniscalco, specializzata in wedding make up.

“Lo strobing è una nuova tecnica che ricorda l’effetto della luce stroboscopica – ha affermato Monica – e infatti tende ad illuminare alcuni punti chiave del viso. La tecnica è simile a quella del conturing, per quanto in questo caso non venga utilizzata la terra ma soltanto l’illuminante”.

Un trucco dunque molto più leggero ed estivo che non appesantisce il volto permettendo alla pelle di respirare.

satta“Per realizzarlo servono soltanto una BB cream e un illuminante – ha spiegato la make up artist – che devono essere scelti in base alla tonalità dell’incarnato del viso. Se siete abbronzate la vecchia BB cream non va bene, perché risulterà più chiara rispetto al resto del corpo. Fate molta attenzione dunque al colore”.

Così come il contouring, anche questa tecnica serve dunque a perfezionare i lineamenti del viso concentrandosi su mento,  zigomi, fronte, labbra e palpebre seppur con alcune differenze fondamentali.

“Per realizzare il conturing si usano molti prodotti come il correttore, la cipria e diversi toni di terre e di blush. L’effetto finale in questo caso è quello di una maschera – ha concluso Monica –. Per lo strobing invece si usano prodotti molto leggeri e meno coprenti per un effetto più naturale possibile. In estate è sicuramente molto più indicato perché in grado di far risaltare l’abbronzatura”.

Lascia un commento

*