Miss Italia, Clarissa Marchese: </br> “Vincere è solo il punto di partenza”

Miss Italia, Clarissa Marchese:
“Vincere è solo il punto di partenza”

Miss Italia 2014 racconta come la sua vita sia cambiata e quali sono le sue attuali priorità.

Classe ’94, 178 cm di altezza e un sorriso che abbaglia. Clarissa Marchese, la bella agrigentina vincitrice dell’edizione 2014 di Miss Italia, a sette mesi dalla sua elezione si racconta nuovamente a LeiSi. Il sogno di lavorare come logopedista, al momento messo da parte, esiste sempre per la riberese che però vive attualmente il sui anno da Miss e rappresentante all’estero del nostro paese.

1907869_673851109397790_6478915586720025025_nCom’è cambiata la tua vita dopo l’elezione?

“Non è cambiata solo la mia vita, ma l’idea che avevo di quest’anno. Prima di vincere Miss Italia pensavo di lavorare e studiare contemporaneamente. Adesso ho realizzato il fatto che il lavoro da miss mi impegna sei giorni su sette, quindi per me al momento è impossibile far conciliare le due cose. Sicuramente la mia vita è cambiata in meglio, perché comunque a vent’anni mi ritrovo già nel mondo del lavoro. Sono aumentate le mie responsabilità e ne ho acquisite alcune che non avrei mai pensato di avere alla mia età. Ma va bene lo stesso e sono felice così”.

 

 

 

Conciliare lavoro e studio per te è impossibile quindi.

“Ho cercato di preparare una materia studiando durante i viaggi in treno. Il problema è che la maggior parte delle lezioni sono a frequenza obbligatoria. Quindi ho deciso di posticipare di un anno la frequenza”.

10544411_700402043409363_8502039636256980325_nQuali sono le esperienze che ti hanno segnata di più?

“Sicuramente il viaggio negli Stati Uniti perché mi ha fatto capire l’importanza della mia vittoria e del mio ruolo. Mentre in Italia, per il momento, al concorso viene data poca importanza dato il periodo che il paese sta vivendo con la gente che ha ben altro a cui pensare. In America invece tante persone mi acclamavano e si emozionavano nel vedermi. Anche la festa che mi hanno preparato i miei compaesani dopo l’elezione è stato un momento importante, lì ho visto il coinvolgimento di tutto il paese. Quello che mi segna di più sono comunque le piccole esperienze che faccio giorno dopo giorno, le piccole cose e le piccole scoperte che mi permettono di dire che la mia è una vita unica”.

 

 

Vorresti entrare nel mondo del cinema, della moda, della televisione o del teatro?

“Al momento sto provando tutte le strade. Quando ho partecipato a Miss Italia non avevo in mente di intraprendere un mestiere nel mondo dello spettacolo. Quindi sto cercando di capire quale sia il mio futuro, se può esserci in questo mondo o meno. Sto studiando dizione e sto partecipando ad alcuni provini per il cinema. Condurrò alcune serate della prossima edizione di Miss Italia.  Insomma provo tutte le strade, anche se sto dedicando più tempo alla tv e alla recitazione”.

 

1535657_685126441603590_8790594289543872020_nChe consiglio daresti alle ragazze che vedono in te un modello da seguire?

“Quello di essere sempre umili. L’umiltà è il sentimento più importante qualunque cosa possa capitarci. Miss Italia per me non è stato un punto d’arrivo, ma di partenza. Adesso è il momento in cui devo impegnarmi e imparare. Alle ragazze che vogliono intraprendere questa strada dico di non mettere mai da parte la cultura e la crescita sia personale che professionale. Non bisogna lasciarsi ingannare dai soldi facili, perché i momenti di gloria e vanità passano in fretta. L’importante è acquisire conoscenze e saperle mettere in pratica”.

 

 

 

Come ti vedi tra dieci anni?

“Con un uomo al mio fianco e un figlio. Oltre ad una famiglia vorrei anche avere la possibilità di lavorare, perché secondo me le due cose non sono inconciliabili. Il problema è: quale lavoro vorresti fare? Questo ancora non lo so. Se il mondo dello spettacolo non va bene per me, m’impegnerò per diventare un’ottima logopedista”.

 

10857849_673896549393246_1616170394288946378_nAl momento sei single o c’è qualcuno al tuo fianco?

“Diciamo che sono single per costrizione. Credo che quando si sta con una persona bisogna darle delle attenzioni o cure che io in questo momento non posso dare perché materialmente non ho tempo. Sono sempre in viaggio, mi sposto da un paese all’altro. Quindi non me la sento di chiedere a qualcuno di starmi accanto adesso”.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

“Continuerò sia a lavorare che a studiare. Se dovessi continuare a lavorare nel mondo dello spettacolo mi trasferirò a Roma, senza mettere da parte i miei studi. La cosa più importante sarà riuscire a trovare un equilibrio tra il lavoro, lo studio e la mia vita privata”.

Lascia un commento

*