A Palermo torna una Marina di libri </br> Al centro educazione e accessibilità

A Palermo torna una Marina di libri
Al centro educazione e accessibilità

L’ottava edizione del festival dell’editoria indipendente all’Orto Botanico dall’8 all’11 giugno.

PALERMO – L’ottava edizione di Una Marina di libri, il festival palermitano dell’editoria indipendente, è stata presentata nella mattinata di giovedì 25 maggio all’interno dell’Orto Botanico di Palermo, che per il secondo anno consecutivo farà da cornice alla manifestazione. L’evento, organizzato dal CCN Piazza Marina & Dintorni con Navarra Editore e Sellerio, si terrà dall’8 all’11 giugno.18698623_10156200417524196_212354536_o

Il tema dell’educazione al centro di questa edizione. “Si pone l’accento sul rispetto – precisa Valentina Ricciardo del comitato organizzativo-, sull’amore ma anche sull’istruzione e la formazione”. Il ciclo di seminari che ogni anno viene proposto e la novità di una Lectio magistralis mirano a rafforzare il legame con lettura e scrittori.18720912_10156200417739196_397898240_o

Il primo festival letterario accessibile del Sud Italia. Grazie ad un sistema di comunicazione integrata in collaborazione con l’Associazione Accessibilis, i grandi eventi saranno accessibili a chiunque abbia delle disabilità motorie, cognitive o sensoriali, non soltanto in termini logistici abbattendo il più possibile le barriere architettoniche, ma anche per la consultazione dei libri da parte di ipovedenti o sordomuti.  L’intento per l’anno prossimo è quello di estendere l’accessibilità ad ogni evento.18698929_10156200416654196_1371139831_o

Grande spazio alle iniziative legate ai bambini. “Siamo fiere di partecipare ancora una volta – dice Maria Romana Tetamo, che gestisce la libreria per bambini ‘Dudi’ insieme a Raffaella Quattrocchi – creando un nostro festival per l’infanzia all’interno di questa grande manifestazione”. L’educazione è uno degli argomenti principali nella vita di un bambino. “Miriamo alla crescita complessiva dell’individuo – commenta Raffaella Quattrocchi –. Daremo spazio alle iniziative per adulti e genitori con attenzione alle famiglie secondo il metodo Munari”.18742207_10156200431119196_2039631929_o

La necessità di un biglietto di ingresso. “Si vuole riportare questo luogo – dice il prof. Paolo Inglese, direttore del sistema museale dell’Ateneo – al suo più forte significato scientifico e culturale”. Parte dalla gestione dell’Orto Botanico, in quanto museo universitario, l’esigenza di richiedere un piccolo contributo per l’ingresso alla manifestazione, mentre saranno gratuiti tutti gli eventi. Un gesto che rientra nella tematica dell’educazione al bello e al giusto, nel rispetto di un luogo che non è una semplice location ma una vera e propria istituzione nell’ambiente palermitano.18742214_10156200431114196_1454742167_o

La Marina trova la sua casa nell’Orto Botanico. “Il legame tra l’Orto e i libri è la cellulosa – aggiunge Rosario Schicchi, direttore dell’Orto -. Siamo contenti di essere la casa di Una Marina di Libri”. Si rimane nel territorio del Consorzio. “Avremo 10 ettari di giardino letterario – dice Nicola Bravo, presidente del CCN Piazza Marina e dintorni – in cui famiglie, ospiti e tutti coloro che lo vorranno potranno leggere e confrontarsi in armonia con la natura”.18721055_10156200417869196_1059001473_o

Un festival in continua crescita. “Il festival ha una cadenza naturale, ormai attesa – commenta l’editore Ottavio Navarra – e questo ci riempie di orgoglio. Finora abbiamo realizzato tutto ciò che abbiamo progettato rendendoci competitivi con gli altri festival nazionali”. Oltre 250 eventi in 10 ettari di giardino letterario, 90 case editrici partecipanti dalla Sicilia e dal resto d’Italia in 4 giorni di manifestazione. Sono questi i numeri che segnano l’enorme sviluppo della Marina negli anni. “Stiamo già lavorando alla prossima edizione – aggiunge Antonio Sellerio – per far sì che nell’anno di Palermo capitale della cultura, la Marina possa diventare un appuntamento più importante”.18745302_10156200418869196_1931935441_o

Una lunga e partecipata lista di ringraziamenti. Attorno alla Marina di libri ruota un’intera città di lettori senza i quali questa manifestazione non avrebbe ragione d’esistere. Allo stesso tempo sono tante le collaborazioni e i contributi a sostegno della realizzazione. “In quanto banca siamo uno degli acceleratori della cultura nel nostro territorio – dice Cesare Carletta a nome dello sponsor Unicredit – e per noi è un grande piacere essere qui per il terzo anno”. Il numero di sponsor e partner è segno dell’importanza che questo festival ha raggiunto e del posto che ha occupato nel cuore dei palermitani, lettori e non.18745238_10156200418299196_2016571826_o

Per evitare file e lunghe attese, sarà possibile acquistare i biglietti in prevendita dall’1 giugno all’Orto Botanico e sul circuito Ticketone, inoltre esibendo il biglietto d’ingresso presso gli stand delle case editrici presenti, si potrà usufruire di uno sconto su un acquisto di almeno quindici euro.

Lascia un commento

*