Spuntino prima del riposo </br> Ecco i cinque cibi da evitare

Spuntino prima del riposo
Ecco i cinque cibi da evitare

La dottoressa Sabrina Muffatti ci svela i cinque cibi da non mangiare mai a cena.

Molto spesso, prima di andare a dormire, si mangia qualcosa magari sul divano. Ma purtroppo non c’è abitudine più sbagliata! E bisogna stare attenti anche ai cibi che si preparano per cena specialmente se si va a dormire subito dopo. Noi di LeiSì abbiamo affrontato questo argomento con la dottoressa Muffatti e abbiamo cercato di fare chiarezza.

La dottoressa Sabrina Muffatti.

“L’abitudine, sempre più diffusa, di mangiare poco prima di andare a dormire causa non soltanto un accumulo di chili di troppo ma anche di un sonno disturbato – ha spiegato la nutrizionista – infatti, per affrontare il riposo notturno, non abbiamo bisogno di energie particolari e quindi, tutto quello che ingeriamo in eccesso, lo immagazziniamo in riserva lipidica. Sarebbe bene quindi evitare di mangiare dopo cena ma se proprio abbiamo la necessità, stiamo almeno attenti alla tipologia di alimenti”.

Per essere più precisi abbiamo chiesto alla dottoressa Muffati quali sono i cinque cibi da evitare assolutamente.
“Tutti i dolci in generale perché causano un picco glicemico che non fa riposare bene durante la notte e perché contengono grassi saturi. Anche l’alcool è da evitare. Nonostante questo da un lato induce sonnolenza dall’altro disidrata il corpo, aggrava le funzioni epatiche riducendo la funzione ristoratrice del sonno. Le patatine in busta o fritte sono calorie vuote che non apportano alcun beneficio all’organismo senza contare che contengono sale e favoriscono la ritenzione idrica”.

No alle patatine, ai dolci e all’alcool. Ma un altro alimento da evitare a cena è la pizza.
“La salsa di pomodoro contenuta nella pizza può creare acidità e il resto dei condimenti possono appesantire lo stomaco. La pizza è inoltre ricca di sodio e ciò causa la sete notturna da disidratazione, motivo per cui spesso dopo una pizzata ci svegliamo a bere la notte. La pizza va bene ogni tanto ma andrebbe preferita a pranzo. Infine l’ultimo alimento da evitare è la carne rossa. E’ un cibo difficile e laborioso da digerire, ricco di grassi saturi che il nostro corpo metabolizza lentamente. La carne rossa è inoltre ricca di tirosina e fenilalanina, amminoacidi precursori di dopamina e noredrenalina, ormoni ad azione attivante sulla funzione cerebrale”.

Una buona regola dunque è quella di consumare una cena non abbondante, in modo che la digestione non interferisca con il sonno, disturbandolo. Sarebbe bene anche che riuscissimo a far passare 3-4 ore dal momento in cui ceniamo a quello in cui ci addormentiamo. E se venisse fame cosa si potrebbe mangiare?
“Mela cotta e cannella è uno spuntino serale gustoso e leggero – ha concluso la Muffatti – questo non affaticherà lo stomaco rallentando la digestione ma contribuirà a rifornire l’organismo di sali minerali e vitamine. Anche una macedonia, senza l’aggiunta di zucchero potrebbe andare bene oppure sei mandorle o tre noci. La frutta secca a guscio contiene triptofano, un amminoacido dal potere rilassante. Anche queste apportano una buona quantità di sali minerali e non interferiscono con il riposo notturno”.

Lascia un commento

*