È siciliana la ‘Birra dell’anno 2017’. </br> Il birrificio Tarì si aggiudica il premio

È siciliana la ‘Birra dell’anno 2017’.
Il birrificio Tarì si aggiudica il premio

4001

L’Associazione Unionbirrai ha assegnato alla modicana ‘Tarì Bronzo’ il titolo tanto ambito.

Continuano i riconoscimenti per le eccellenze siciliane. Oggi vogliamo parlarvi della Birra Tarì, prodotta nel comune di Modica da un gruppo di giovani appassionati che hanno deciso di aprire un birrificio nel 2010. L’impegno, la passione per la birra artigianale e la costanza hanno portato ad un grande riconoscimento: la birra Tarì Bronzo è stata premiata “Birra dell’anno 2017” dall’Associazione Unionbirrai, lo scorso 18 febbraio a Rimini.16806903_1410835962323731_4635523664019766642_n

Il legame con la Sicilia parte dal nome, così la scelta è ricaduta su qualcosa che richiamasse pienamente la terra d’origine. “Tarì è il nome di varie monete in uso nell’Italia meridionale - spiegano i produttori modicani -, e in particolare in Sicilia, ci piaceva trovare un nome che ci legasse al territorio con un elemento che ci è appartenuto, come questa moneta”.

La birra non è una semplice bevanda, è un modo di socializzare, di stare con amici, di rilassarsi dopo una giornata di intenso lavoro. Il birrificio modicano cerca di soddisfare le esigenze di tutti i palati, utilizzando prodotti ricercati ma semplice e le migliori tecnologie in campo. Chi volesse immergersi nel mondo della birra sin dalla sua produzione, può fare un giro nell’azienda modicana, dove lo staff sarà lieto di dimostrare che anche la Sicilia, tradizionalmente non legata alla birra, ha tutte le carte in regola per aprirsi a questa produzione.

La Tarì Bronzo è stata premiata “Birra dell’anno 2017” dall’Associazione Unionbirrai nella categoria “alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione anglossassone” , abbiamo chiesto ai produttori quale sia stata, a loro avviso, la caratteristica vincente di questa birra. “La caratteristica vincente - raccontano - è data dall’equilibrio creato tra la parte maltata e la parte luppolata, oltre alla piena corrispondenza allo stile di riferimento (amber ale)”.

16831202_1410836105657050_2504841988090341847_nUna vittoria che è arrivata come una sorpresa per una birra che partecipava alla competizione per la prima volta e questo ha reso ancora più preziosa la nomina. “Non ci aspettavamo la vittoria di questa birra dal momento che era soltanto alla sua prima presentazione – precisano i birrai -, abbiamo ricevuto soddisfazione per il lavoro svolto e questo rappresenta uno stimolo per andare avanti”.

La produzione di una birra richiede passione e lavoro intenso, soltanto in questo modo si può gustare qualcosa che racchiuda tutto il sapore e gli odori della propria terra. “Prestiamo molta cura innanzi tutto alla ricercatezza delle materie prime – commentano i produttori della birra Tarì -, poi volgiamo la nostra attenzione al processo produttivo in tutte le varie fasi”.

Quando l’amore per la birra è profondo, la creatività e l’esperienza non possono che portare a creazioni sempre nuove. “Da pochissimo è uscita la nostra nuova birra ‘Malvarosa’ – raccontano i birrai modicani -, c’è una nuova birra in cantiere ma al momento non ne possiamo parlare”.

Lascia un commento

*