Dolore da tacchi alti, addio! </br> È arrivato il Filler Foot

Dolore da tacchi alti, addio!
È arrivato il Filler Foot

Il metodo che vi permetterà di indossare scarpe alte senza sofferenza.

A noi donne piace sentirci belle e apprezzate ma non abbiamo tutte un fisico da modella, qualche volta dobbiamo ricorrere a piccoli aiuti esterni, anche alti dodici centimetri. Sembrano pochi ma vi posso assicurare che con uno stiletto di quella misura ai piedi, dopo qualche ora il dolore è assicurato. Non preoccupatevi, dalla medicina estetica è arrivata la soluzione e si chiama “Filler Foot”.fashion-tacchi alti

Per il Filler Foot basta un piccolo intervento in ambulatorio, non è chirurgico, dura soltanto una ventina di minuti, non è invasivo e non ha controindicazioni. Il procedimento è molto semplice, in anestesia locale, è sufficiente iniettare acido ialuronico macromolecolare sotto la volta plantare creando una sorta di cuscinetto capace di attenuare notevolmente il dolore causato dai tacchi alti. La consistenza dell’acido è più corposa rispetto a quello utilizzato per il filler sul viso.

Tenere i tacchi alti rende la silhouette più slanciata, ci fa apparire più alte e ci fa sentire più belle, ma quanta sofferenza su quei centimetri! I piedi assumono una posizione innaturale, pressiamo sui nervi plantari scaricando tutto il nostro peso sulla punta e spesso perdiamo addirittura la sensibilità, una vera tortura.

Stare tutto il giorno su scarpe con il tacco dodici, o comunque molto alto, costringe i piedi a stare sulle punte con ripercussioni anche sulla colonna vertebrale. Il disturbo più comune che ne può derivare è la metatarsalgia, ovvero lo stato doloroso che deriva da una compressione esagerata del nervo plantare digitale o da sovraccarico in presenza di avampiede rotondo o convesso.

sandalo tacchi altiCon il Filler Foot vi sembrerà di avere una soletta morbida perennemente sotto al piede, provando sollievo nell’indossare le vostre scomodissime scarpe preferite. La nuova tecnica estetica permette sia a uomini che a donne di ridurre notevolmente in carico sul nervo plantare ed evitare dolori e posture scorrette.

L’unico inconveniente del Filler Foot è che, come tutte le magie da fiaba, non dura per sempre. Il cuscinetto viene infatti riassorbito dal piede in un lasso temporale che va dai nove ai dodici mesi, dopo i quali è necessario ripetere l’intervento senza controindicazioni. L’unica precauzione da prendere è quella di non svolgere attività fisica pesante entro le sei ore successive all’iniezione.

Dite addio alla sofferenza da tacchi alti e godetevi le vostre scarpe preferite, con il Filler Foot avrete risolto tutti i vostri problemi dolorosi. Prima di sottoporvi all’intervento, però, siate certe che chi lo pratica sia competente e abbia le dovute certificazioni.

Lascia un commento

*