“Com’è giusto che sia” </br> Il romanzo di Marina Di Guardo

“Com’è giusto che sia”
Il romanzo di Marina Di Guardo

Noi di LeiSì abbiamo intervistato la scrittrice e ci siamo fatti dire qualcosa in più sul suo nuovo romanzo.

E’ da poco uscito il nuovo romanzo ‘Com’è giusto che sia’ di Marina Di Guardo, edito da Mondadori. Una storia di violenza, di vendetta, di amore, di madri e di figlie.  Noi di LeiSì l’abbiamo intervistata e ci siamo fatti raccontare qualcosa in più.

“Oltre al desiderio di scrivere un thriller avvincente, che tenesse incollati alle pagine, sentivo l’esigenza di raccontare una storia che avesse molte attinenze con la realtà di cui purtroppo siamo spettatori quasi ogni giorno – ha raccontato la scrittrice – è pazzesco pensare che solo l’anno scorso sono morte ben 200 donne, vittime di compagni, fidanzati, mariti. Una vera e propria emergenza, qualcosa di cui volevo parlare per tenere sempre alta l’attenzione”.

IMG_7031

Protagonista del romanzo è Dalia, non vittima ma carnefice.

“Ho voluto ribaltare il concetto della donna vittima e trasformarla in donna carnefice. Dalia è una serial killer di uomini violenti contro le donne. E’ una ragazza intelligente, forte, ma anche estremamente vulnerabile dal punto di vista affettivo. Ha subito catastrofici danni psicologici, traumi che l’hanno segnata per sempre. Cerca un riscatto, una vendetta che perseguirà con estrema lucidità e determinazione. L’incontro con Alessandro, un ragazzo diverso da tutti gli altri, la farà sognare ma non la distoglierà dai suoi progetti di morte. Una figura spietata, ma anche ricca di contraddizioni, paure, una persona vera”.

Da mamma di una influencer mondiale, Marina sa bene quanto siano importanti i social per avere un contatto diretto con i propri fan.

“Ho un buon rapporto con i social network, credo possano essere molto importanti per uno scrittore. E’ facile, attraverso di essi, comunicare gli eventi, raggiungere un elevato numero di persone, raccontarsi in un modo più anticonvenzionale. E, soprattutto, permettono di avere un importante, privilegiato rapporto diretto con i lettori. Una delle cose che mi piace di più? Leggere i messaggi di chi mi ha letto. Emozione pura”.

IMG_7411

Siciliana di origine, la Di Guardo è cresciuta in Lombardia, ed entrambi questi luoghi si ritrovano in quasi tutti i suoi romanzi.

“Amo ambientare i miei romanzi in luoghi che conosco bene. Le vicende di ‘Com’è giusto che sia’ si svolgono in massima parte a Milano, una città importante per me, da cui ho avuto molte soddisfazioni. Sono spesso citate anche le colline del Piacentino e anche la mia amata Sicilia, la terra d’origine dei miei genitori, radici che non dimenticherò mai”.

Oltre alla sua carriera da scrittrice, Marina Di Guardo è mamma di tre splendide figlie: Chiara, Francesca e Valentina Ferragni. Per chi non avesse seguito la cronaca rosa dell’ultimo anno Chiara, l’influencer più famosa al mondo, sposerà il rapper Fedez. Valentina invece è una fashion blogger che sta riscuotendo grande successo proprio come la sorella maggiore. Non ha intrapreso questa strada Francesca che ha deciso di fare la dentista.

“Ho sempre cercato di comunicare alle mie figlie tutta la mia stima, il mio amore, il mio incoraggiamento. Credo sia molto importante, più di mille parole, sostenere i propri figli, farli sentire unici e inimitabili, credere in loro. Sono fermamente convinta che una bambina incoraggiata e amata sarà una donna forte che mai accetterà un solo episodio di violenza da parte di un compagno o marito. Avrà sempre ben presente il proprio valore e rifuggirà da chi non sarà capace di darle lo stesso amore e sostegno che ha ricevuto da piccola”.

IMG_6458
Ma cosa ci racconta delle sue figlie?

“Chiara è forte e ha una grande personalità. E’ sempre stata bravissima a gestire la sua immagine e il suo lavoro, è sempre andata avanti non curandosi delle critiche e dei detrattori. Come dico sempre: non solo i genitori insegnano ai figli, anche noi genitori abbiamo molto da imparare. E da lei, ho molto imparato. Sono fiera delle mie ragazze e delle scelte che hanno intrapreso. Francesca ha seguito le orme paterne. Si è laureata da qualche anno in odontoiatria e adesso sta lavorando e specializzandosi in chirurgia orale. Valentina, dopo essersi laureata, lavora come web influencer con ottimi risultati. Quando le osservo, così grintose e toste, provo una grande soddisfazione. L’unica nota negativa? Le vedo poco, a volte è davvero dura”.

IMG_6456

Ha già in mente il prossimo libro o dovremo aspettare un po’?

“Sto scrivendo il mio prossimo romanzo, un thriller a tinte molto fosche ambientato nelle colline del piacentino. Un pochino dovrete aspettare, ma non troppo, prometto”.

Lascia un commento

*