Club Corone Sicilia alle isole Eolie: </br> grande successo per le premiazioni

Club Corone Sicilia alle isole Eolie:
grande successo per le premiazioni

Il Prof. Aldo Palmeri e il suo staff hanno “coronato” alcune strutture eoliane.

PALERMO – Lo staff direzionale del Club Corone Sicilia, insieme al presidente Aldo Palmeri, si è recato alle Isole Eolie dal 23 al 27 settembre per tre grandi appuntamenti. Durante gli eventi, prima a Vulcano poi a Lipari e infine a Salina, sono state premiate, con una targa e una medaglia contenente la Corona Oro, alcune delle strutture visitate dallo staff che hanno contribuito ad incrementare il turismo nelle suddette isole.

Presente anche LeiSì nello staff del Club Corone. Il magazine palermitano infatti, da sempre attento alle eccellenze siciliane, non poteva che accogliere con gioia l’invito a partecipare alla premiazione di alcune strutture che – come si legge nella motivazione – hanno contribuito “con alta professionalità, con grande amore e con le proprie eccellenze a rendere le Eolie tutte ancora più famose nel mondo”. Nello staff anche Maria Grazia Pasta, responsabile comunicazione e pubbliche relazioni, Gabriele Bruno, fotografo, Vito D’Anna, avvocato.

La prima isola del tour è stata Vulcano. Ad aprire le danze di questa avventura eoliana con un’accoglienza fatta di sorrisi e affetto è il “Ristorante La Piazzetta” di Caterina Di Stefano e Marcello Briganti. Caterina ha una cucina tradizionale, ama portare a tavola i piatti che le faceva mangiare sua nonna.

Il Ristorante “Levante 88: officina del gusto” di Fabio Frattima ha ospitato l’evento di premiazione delle diciassette strutture di Vulcano. Il personale attento e cordiale ha coccolato gli ospiti con un buffet di dolci e spumante. Un locale aperto a Vulcano soltanto a luglio 2017, ma nel quale si evince tutta l’esperienza dei proprietari, la cui famiglia per oltre cinquant’anni ha gestito un ristornate e la sua enoteca a Messina.

Lo staff del Club Corone è stato ospite per la cena presso lo stesso locale. I piatti dello chef Domenico Vuturo, detto “Bobo”, e i dolci del ventitreenne sous-chef Cosimo Marino hanno dimostrato che la passione per la cucina, la cura per i dettagli e la ricercatezza delle materie prime sono un mix fondamentale per portare in tavola eccellenze siciliane con eleganza e semplicità.

Dopo una notte trascorsa come ospiti dell’Hotel “Orsa Maggiore” e di “Casa Smith”, lo staff è partito domenica mattina alla volta di Lipari. La pioggia non ha scoraggiato i membri del Club Corone Sicilia, che non hanno potuto fare a meno di salutare e dare appuntamento all’anno prossimo a molti amici che, con premura, si sono offerti di ospitare lo staff per le prossime visite. Tra questi, il direttore del prestigioso Hotel “Mari del Sud Resort”.

Lipari ha accolto lo staff con lo stesso calore di Vulcano. Passata la pioggia ci siamo diretti al corso principale dell’isola, tra locali e negozi tipici. I membri dello staff in trasferta hanno pranzato alla trattoria “Da Bartolo”, dove lo chef Bartolo Ziino ha proposto un menù semplice e gustoso. L’affetto che lega la famiglia Merrina – proprietaria del locale – viene esteso anche agli ospiti in sala, per far sentire a casa chiunque sieda ad un loro tavolo.

L’evento di premiazione delle quattro ragazze che hanno posato con i libri “La Sicilia è terra nostra, valorizziamola” e “Eolie: il mare in bocca e il dolce dormire” di Aldo Palmeri è stato ospitato dal Ristorante “Da Filippino”. Le vincitrici del contest fotografico lanciato su Facebook sono state: Marta Falanga, Camilla Puglisi, Sabina Zaia e Simona Ziino.

La cena offerta dai fratelli Lucio e Antonio Bernardi, chef e patron del Ristorante Da Filippino, ha incantato l’intero staff. La storia della cucina e della ristorazione liparote fanno capo ad una struttura aperta nel 1910 accanto al meraviglioso sito archeologico. La cortesia di Lucio Bernardi ha fatto compagnia ai commensali per la durata dell’intera cena, insieme alle premure dell’efficientissimo personale in sala. Oltre cento anni di passione, qualità, esperienza e alta cucina che si tramandano da generazioni nella stessa famiglia.

All’Hotel e Ristorante “Giardino sul Mare” dei fratelli Caterina e Gustavo Conti è avvenuta la premiazione delle quaranta location di Lipari. La giornata è stata clemente e il sole, nuovamente splendente in cielo, ha permesso di realizzare l’evento nella magnifica terrazza dell’hotel con una vista mozzafiato sul mare. Presente anche il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, profondamente riconoscente al prof. Aldo Palmeri per il lavoro svolto instancabilmente nelle Isole Eolie. Per l’occasione lo staff ha indossato le magliette offerte da “Mollo Tutto” di Natalie Rossi, brand artigianale e sponsor del Club Corone Sicilia insieme alla boutique Raya, che ha vestito il presidente Palmeri per tutta la durata della trasferta eoliana.

La premiazione è stata accompagnata dalla voce della giovanissima Diana Ziino, ormai conosciuta sull’intera isola, e da un piccolo spettacolo di bolle offerto dall’hotel, insieme ad un ricco buffet di dolci. L’ospitalità della signora Caterina Conti ha incluso non soltanto i rappresentanti dei locali premiati, tra i quali si è subito instaurato un clima di festa e rispetto reciproco, ma anche i membri dello staff che hanno potuto usufruire di alcune stanze dell’hotel per le due notti trascorse a Lipari.

Gli eventi di premiazione si sono conclusi all’Hotel “Al Belvedere” di Salina, il 27 settembre. Grande afflusso di ospiti, tra i quali le rappresentanze dei tre Comuni di Salina: Santa Marina Salina, Leni e Malfa. Presenti anche l’ “Hotel Signum” – il cui ristornate è gestito dalla giovane chef stellata Martina Caruso – e il “Ristorante Portobello”, gli unici, insieme al “Filippino” di Lipari, ad essere stati insigniti di ben due Corone Oro. Il Portobello di Dario e Teodoro Cataffo, con eleganza e professionalità, ha offerto allo staff una cena che può essere eletta come rappresentativa dell’haute cuisine.

Impeccabile l’accoglienza della proprietaria Francesca Cincotta, che sulla terrazza aperta al tramonto, ha offerto ai suoi ospiti prodotti tipici dalle coltivazioni biologiche di cui l’hotel si avvale anche per le sue rinomate colazioni. Il buffet, composto inoltre da piatti salati, è stato accompagnato da prosecchi e vini tipici eoliani tra cui Hauner, Fenech e Virgona. Per curare l’evento, sono intervenuti da Palermo due membri della Interlude, la catena che si occupa della gestione e del marketing dell’azienda.

Tra le prelibatezze di pesce, anche una cena a base di pizza del giovane e professionale Franco Manca, che ha offerto allo staff delle ottime pizze tutte realizzate con lievito madre e ingredienti tipici di qualità. Un ringraziamento particolare va al “Ristorante il Gambero”, la cui cucina è gestita da due donne, per la pasta al pesto eoliano e per i gamberetti alla malvasia.

Intanto lo staff del Club Corone ha continuato con il suo giro di visite per le valutazioni della prossima edizione. È stato infatti ospite di “MayorFruit” di Alessandro e Rosy Maggio, che rinfrescano i palati di Vulcano con il loro particolare Smoothies Corner; del “Cafè La Precchia” di Susanna Guarnuto a Lipari, in cui la direttrice Clara Favaloro serve degli abbondanti aperitivi accompagnati dal barman Vincenzo Mandarano. Una conferma è stata la rosticceria liparota “Lo spiedino eoliano”, dove i pezzi realizzati da Simona Tesoriero attraggono i turisti del lungomare con odori e sapori della tradizione per pasti veloci ma gustosi.

Ognuna delle attività coinvolte è stata valutata e premiata in base al proprio ruolo per incrementare il turismo. Da grandi ristoranti storici a piccoli locali di recente apertura, da hotel rinomati a brand e marchi che lasciano un ricordo indelebile delle isole nella mente e nel cuore dei turisti, tutti sono tasselli fondamentali per comporre il grande puzzle del turismo nelle Eolie.

Foto by Gabriele Bruno Fotografia.

Lascia un commento

*