Casa, tavoli da pranzo </br> Guida utile alla scelta

Casa, tavoli da pranzo
Guida utile alla scelta

Sono tanti gli aspetti da tenere in considerazione ma con un piccolo aiuto, tutto diventa più semplice.

PALERMO – Una delle scelte più difficili quando si arreda casa è quella del tavolo da pranzo. Sia che si trovi in cucina o nella zona living, il tavolo deve rispondere a precise regole funzionali ma deve anche soddisfare il senso estetico di ognuno di noi. Basta tenere a mente qualche piccolo suggerimento per essere sicuri della propria scelta.

Tavolo pranzo quadrato con top in vetro.

Guida alla scelta del tavolo da pranzo: spazio a disposizione

Lo spazio che si ha a disposizione per il tavolo è il primo aspetto di cui tener conto. Oltre alle dimensioni del tavolo in sé, dobbiamo considerare il suo ingombro con le sedie. Una sedia poggiata al tavolo ha un ingombro di circa 30 cm, con qualcuno seduto si arriva a 60 cm – che possono aumentare in base alla forma della sedia -. Inoltre attorno al tavolo si deve considerare un ulteriore spazio di 60 cm per potersi muovere al meglio.

Tavolo da pranzo in cucina.

Guida alla scelta del tavolo da pranzo: la forma

La forme principali sono tre: rettangolare, quadrato o rotondo. La prima va bene per ambienti di forma rettangolare, le ultime due per ambienti quadrati. Il tavolo rotondo, però, ha un ingombro maggiore rispetto al rettangolare a parità di posti a sedere. Il quadrato invece è una forma molto forte che potrebbe risultare dominante – e a lungo stancante – nell’ambiente. Provate a disporli con angolature diverse rispetto alle pareti, avranno un ingombro minore e volte daranno un piacevole effetto alla stanza. Stanno tornando in voga gli angoli smussati e arrotondati che si usavano negli anni Settanta.

Tavolo da pranzo rotondo.

Guida alla scelta del tavolo da pranzo: i materiali

Gli ambienti moderni si prestano all’intramontabile vetro, che però richiede una particolare manutenzione. Il vetro è molto delicato e se avete bambini in casa che possono sbattere sul tavolo posate o altri oggetti, ve lo sconsigliamo. Inoltre si sporca facilmente. Una valida alternativa è il legno, anche questo materiale richiede manutenzione – non poggiate mai pentole calde su un tavolo di legno! – ma è più resistente del vetro. In più, il legno si adatta a diversi tipi di arredamento e a lungo andare non vi stancherà come potrebbe succedere con materiali moderni come plastica, plexiglas o acciaio.

Lascia un commento

*