Da Palermo alla Royal Albert Hall </br> Carmen Sottile incanta Londra

Da Palermo alla Royal Albert Hall
Carmen Sottile incanta Londra

La giovanissima musicista palermitana si esibisce nel famoso teatro insieme ad artisti internazionali.

Ci stiamo piacevolmente abituando alle notizie di talenti siciliani che ottengono grandi successi soprattutto all’estero, e siamo contenti di continuare a parlarne. La protagonista di questa intervista è una giovane pianista palermitana. Carmen Sottile ha partecipato da poco all’Award Cerimony Debut di Londra dopo aver vinto il primo premio nella categoria “intermediate” del Grand Prize Virtuoso International Competition.Carmen Sottile 2

La tredicenne ha calcato il palco della Royal Albert Hall – teatro che ha visto e sentito grandi nomi della musica internazionale – nonostante sia ancora giovanissima. “La cosa più bella del’esperienza di Londra – racconta Carmen Sottile -, è stata la possibilità di conoscere e confrontarmi con tanti musicisti di tutti gli strumenti e tutte le età. Fare amicizia con ragazzi provenienti da tutto il mondo mi ha fatto comprendere quanto la musica possa avvicinare e unire  tanti giovani artisti, anche se diversi per cultura e idee”.

Figlia d’arte, Carmen sta compiendo gli studi al Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo sotto la guida del padre, il maestro Antonio Sottile grazie al quale è nata la sua passione per la musica. “Ho iniziato a suonare il pianoforte non presto – precisa la ragazza -, quasi a nove anni. La molla è scattata ascoltando alcuni ragazzi bravissimi, di vero talento, che venivano a casa a prendere lezioni da mio padre. Ancora oggi li ascolto con tanto interesse”.

La vittoria di una gara implica sempre studio e impegno, ma Carmen non si lascia intimorire e fioccano i riconoscimenti. “A differenza di tanti altri concorsi che ho vinto – racconta –, tra cui il Primo Premio al Flame International di Parigi di quest’anno, il Gran Prize Virtuoso si basa sulla presentazione di un Video Live che viene sottoposto al giudizio di una giuria internazionale. Carmen Sottile 3Dopo la esecuzione del Sospiro di Liszt a Londra, il mese scorso, ho ottenuto un riconoscimento che mi riempie di gioia: il premio speciale Excellence Winner che mi porterà a esibirmi in Autunno negli Stati Uniti. Mi piace tanto studiare. Non per i concorsi ma per la musica!”.

Carmen Sottile si gode un po’ i frutti dei suoi ultimi successi e adesso dedica i suoi studi a qualcosa che reputa più piacevole. “Mi sto preparando a una serie di recitals pianistici, da questa primavera. È bello fare i concerti – precisa la giovane pianista –. Molto più bello che gareggiare”.

Quello per la musica è un amore incontenibile, impossibile da tenere soltanto per sé. “È troppo presto per me – conclude Carmen Sottile –, per poter dare consigli agli altri. So soltanto che la musica è meravigliosa. E sono felice quando incontro qualcuno con cui condividere questa passione così bella, che prende così tanto la mia vita”.  

Lascia un commento

*