Carlotta Ferlito e i consigli sull’outfit </br> “Un giorno in tuta, l’altro coi tacchi”

Carlotta Ferlito e i consigli sull’outfit
“Un giorno in tuta, l’altro coi tacchi”

Esclusiva LeiSì. La giovane atleta racconta la sua passione per la moda nel suo ‘Carlotta style’.

All’indomani della pubblicazione del suo nuovo libro “Carlotta style”, edito da Fabbri, abbiamo incontrato la giovane autrice Carlotta Ferlito. La fama è arrivata con i suoi successi nella ginnastica artistica ma è stata confermata dalla partecipazione al programma televisivo ‘Ginnaste – Vite parallele’.

Di origini catanesi, classe ’95, Carlotta vive ormai a Milano. Il suo successo è evidente dalle numerosissime fan che la seguono costantemente, e non solo per le sue doti atletiche. Carlotta si è sempre distinta per il suo stile, per la cura della persona dall’abbigliamento al trucco, passando per le acconciature, tutto rigorosamente fashion. Dopo due anni dal suo libro di stampo autobiografico, “Cosa penso mentre volo”, Carlotta torna a scrivere per dare consigli di stile, il ‘suo’ stile.

carlotta ferlito

Sei molto giovane e i successi atletici impegnano notevolmente le tue giornate da ginnasta. Le fan, però, adorano anche il tuo modo di vestire, il tuo trucco e le tue acconciature. Come riesci a conciliare gli allenamenti estenuanti con la cura di te stessa fin nei particolari?

“Penso che sia naturale: stare bene con se stessi, curarsi anche nelle piccole cose (i capelli, le unghie o la pelle) ti aiuta sia nella vita che ad allenarti bene.  Inoltre il rituale di trucco e acconciatura pre-gara serve per rilassarmi e non farmi prendere dall’agitazione, è un momento solo per me che mi aiuta a non pensare alla gara”.

Nel tuo primo libro hai parlato molto di te stessa: hai raccontato le tue emozioni in gara, hai aggiunto qualche curiosità come la tua passione per i dolci e hai suscitato l’interesse di tutte le ragazze che ti seguono e ti ammirano. Come vivi l’idea di essere quasi un modello da seguire per tante tue coetanee?

“Sicuramente è un onore: la cosa che gratifica più di tutto sono i messaggi di affetto e di stima che ricevo quotidianamente sia da ragazze della mia età, ma anche da genitori che mi ringraziano per essere un modello sano per i loro figli. Alcuni lo considerano un peso, ma io non la penso in questo modo, è ovvio che quando sei esposta mediaticamente così tanto, tutti si sentiranno in diritto di dire la loro su come vivi (o meglio ancora come pensano che tu vivi, visto che non mi conoscono realmente) e criticarti, però ormai ho imparato ad ascoltare solo le critiche costruttive e non do retta al resto”.

Nella tua vita lo sport e la ginnastica hanno un ruolo fondamentale, ma non sono tutto, Carlotta è anche altro. Cosa diresti di te stessa se dovessi descriverti?

“Sicuramente la ginnastica è stato il centro della mia vita da 14 anni a questa parte e penso di aver passato più tempo in palestra che a casa, però Carlotta è molto altro: è avventura, è curiosità, è voglia di fare sempre qualcosa di nuovo, di non stare mai ferma, è caparbia e spesso troppo esigente da se stessa. Anche la mia famiglia ha da sempre avuto un ruolo fondamentale nella mia vita: senza il supporto dei miei genitori non ce l’avrei mai fatta ad arrivare dove sono adesso”.

Carlotta Ferlito1Nel tuo secondo libro “Carlotta style” sveli trucchi e segreti sul tuo modo di trovare il look giusto, quali sono i tuoi modelli di riferimento per la moda? Che consiglio dai alle tue fan per essere sempre fashion?

“La moda è qualcosa che mi ha sempre interessato e a cui mi sono ispirata: non per forza le passerelle, le varie fashion week o la tendenza dell’anno, ma semplicemente guardarmi intorno e scoprire nuovi abbinamenti, nuovi outfit da provare. Seguo qualche blog sul lifestyle e sulla moda, in particolar modo quello di Chiara Ferragni e mi piace molto lo stile delle attrici Anne Hathaway e Emma Watson. Per il resto sono una ragazza a cui piace osare e sperimentare un giorno in tuta, l’altro con il tacco e la gonna.. Non pretendo di essere una modello da seguire e neanche pretendo di dettare regole di stile, ma un consiglio è quello di scegliere gli accessori giusti e di sistemare trucco e capelli.. Un outifit può cambiare semplicemente cambiando queste cose!”.

 

Tra libri pubblicati e programmi televisivi, la tua vita è molto conosciuta. Cosa ci riservi per il futuro? Ci puoi rivelare qualche prossimo progetto?

“La mia vita è in continuo movimento, non sto mai per ferma per più di una settimana nello stesso posto tra gare, allenamenti e impegni vari. Continuo il mio impegno con gli Happy Meal Sport Camp organizzati da McDonald’s per educare i ragazzini ad uno stile di vita sano e sportivo, sono testimonial Nike e faccio parte del Team Young Italy sponsorizzato da Unipol Sai e dal CONI. Sicuramente il mio obiettivo futuro più importante sono le Olimpiadi di Rio del 2016 (sarebbero le mie seconde dopo quelle di Londra) e poi si vedrà… Ho ricevuto tante proposte, le sto valutando e una volta terminata la mia carriera agonistica vedrò come muovermi”.

Lascia un commento

*