Capsule collection Jardin Japonais  </br> Dior tra passato e presente

Capsule collection Jardin Japonais
Dior tra passato e presente

173

Dior e il legame con il Giappone: rende omaggio Maria Grazia Chiuri, art director della maison.

In vendita dal 20 aprile nella boutique House of Dior di Ginza, richiama il legame storico della maison con il Giappone. Disegnata da Maria Grazia Chiuri, direttore artistico della maison per le collezioni femminili, rielabora il concept in dieci silhouette pret à porter ispirandosi all’abito “Jardin Japonais” disegnato da Christian Dior nel 1953.

La collezione ha sfilato per la prima volta insieme all’ haute couture primavera/estate 2017 sul tetto del centro commerciale Ginza Six in una scenografia che aveva tutte le intenzioni di rievocare un fatato e magico labirinto in fiore.

Dior_Jardin_Japanais_10

Al fianco di abiti da sera in leggero tulle, pizzi destrutturati e organza ispirati all’eleganza eterea delle donne giapponesi, a completare l’atmosfera la Chiuri ha immaginato dei modelli che ne imitassero l’allure riprendendolo in chiave contemporanea.

I boccioli e i rami che ricordano il festival di Hanami del ciliegio in fiore vengono stampati su un romantico abito midi con bretelle logate e dall’orlo sfrangiato di stoffe dai colori tenui e polverosi. Lo stesso mood è ripreso su una minigonna abbinata a una camicia in mussola increspata e da pantaculotte.

Dior_Jardin_Japanais_11

Anche i pull over riportano le stesse stampe con micro applicazioni intessute sulla maglia in nero e cipria e abbinati a gonna midi plissè in tulle dai toni a contrasto.

Nella collezione sono tre i capispalla da tenere d’occhio: un chiodo logato con le stampe firma della capsule, la giacca Bar che riadatta il modello disegnato da Messieu Dior nel 1947 alle stampe sakura e il tradizionale kimono il cui taglio viene accorciato e abbinato alla minigonna di cui sopra.

Dior_Jardin_Japanais_12

Chiuri vuole completare il suo Japanese Dream con accessori artigianali. Vengono quindi dipinte a mano su pelle nera o nude con la stampa Jardin Japonais e con la Dior Oblique i modelli in edizione limitata di Lady Dior, Dior Addict e la minibag D-Bee.

La capsule collection si chiude con i dettagli chic del quadrato in seta e il foulard Mitzah con la stampa dei fiori di ciliegio e le décolleté in tulle a pois pointy toe con nastro alla caviglia logato Dior Jardin Japonais.

Lascia un commento

*