Bambole della porta accanto </br> Ecco le Tree Change Dolls

Bambole della porta accanto
Ecco le Tree Change Dolls

Dall’Australia semplici abiti cuciti a maglia e un aspetto acqua e sapone.

Le bambole fanno sempre discutere di sé, ultimamente abbiamo visto che può succedere anche in senso negativo. Questa volta però, non vogliamo parlarvi della bambola più famosa e stilosa del mondo, no, oggi vi vogliamo raccontare una nuova tendenza che arriva dalla Tasmania: il Tree Change Dolls. È un tumblr che raggruppa bambole liberate da ogni forma di trucco e aspetto glamour o sexy, per tornare ad essere semplici come bambine.tree-change-dolls-2

L’australiana Sonia Singh, insieme alla madre, ha deciso di dedicarsi al riciclo di bambole abbandonate o recuperate nei mercatini dell’usato, dando loro una nuova veste che le faccia somigliare alla tipica “ragazza acqua e sapone”. Le due artiste ridipingono il viso togliendo ogni traccia superflua di trucco e cuciono a maglia nuovi abiti, adatti alle gite fuori porta.

Ogni bambola è una creazione unica e irripetibile. Per l’acquisto è possibile scegliere sul profilo tumblr quella che si desidera avere e contattare Sonia per un ordine. Considerate che il prezzo varia in base al lavoro che richiede ogni singola bambola sia per togliere il trucco che per creare abiti appositi. Gli abiti non sono vendibili singolarmente, perché sono realizzati tenendo conto del tipo di bambola alla quale si sta lavorando e sono pensati esattamente per quel progetto.

Ogni mese è possibile scegliere tra un gruppo di bambole di cui vengono postate le fotografie, generalmente in scenari semplici come i prati. Ovviamente il numero è limitato, sia perché non si trovano una quantità infinita di bambole abbandonate, sia perché richiedono un lavoro attento e meticoloso. Il risultato è assolutamente stupefacente.

L’iniziativa solleva tante riflessioni. L’intento è quello di allontanare sempre di più il momento in cui le bambine smettono di essere tali per assumere atteggiamenti da donne mature solo perché utilizzano un trucco pesante e abiti sexy, nonostante la giovanissima età.

tree-change-dolls-3Tree Change Dolls è un invito a tornare alla normalità, a spogliarsi da tutto il superfluo per avvicinarsi di più al mondo della natura. È per questo motivo che le bambole proposte hanno anche abiti comodi, che ben si prestano alle avventure.

Oltre allo scopo morale, c’è da considerare anche quello materiale. Sonia Singh e la sua mamma devolvono il 10% del valore di ogni bambola in beneficenza. Finora hanno supportato:  International Women’s Development Agency, Tasmanian Land Conservancy, Global March Against Child Labour, Save the Children, Greening Australia, Plan International Australia.

Insomma finalmente una iniziativa legata alle bambole che presenta soltanto lati positivi: stimola la creatività, ricicla bambole abbandonate, manda un messaggio forte, aiuta tanti enti con la beneficenza. Non è venuta voglia anche a voi di acquistare una Tree Change Doll?

Immagini tratte dal sito treechangedolls.com.au

Lascia un commento

*