Arriva la stagione dei matrimoni </br> Parola d’ordine: less is more!

Arriva la stagione dei matrimoni
Parola d’ordine: less is more!

Il modellista del brand Motivi ha stilato un vademecum per non sbagliare outfit ai ricevimenti.

Alzi la mano chi non ha almeno un matrimonio. In primavera o in estate capita a tutte di partecipare ad una cerimonia e anche se siete quelle che amano i matrimoni, la scelta dell’outfit vi manda un po’ in tilt. Le regole da rispettare sono troppe e in questa situazione non basta il tubino nero per salvare tutto. Fortunatamente dalla nostra parte abbiamo l’esperto di moda Miky Cairone.fashion-abito-matrimonio

“Nel contesto dei matrimoni, ahimè, si vedono sempre più spesso look esagerati e poco eleganti. La prima regola per una cerimonia è la seguente: non siete voi la sposa, quindi evitate outfit scenografici. È vero che un matrimonio offre spunto per fare nuove conoscenze ma il buon gusto deve essere sempre il vostro fiore all’occhiello”.

La prima regola da seguire è piuttosto semplice. Ma vediamo quali sono gli altri punti essenziali da seguire.

“Quando ricevete l’invito fate ben attenzione alle segnalazioni sul dress code – ha continuato l’esperto – ad esempio potrebbe esserci scritto ‘abbigliamento formale’, ‘cocktail’ o ‘black tie’. Una volta capito il tipo di cerimonia possiamo fare la nostra scelta”.

In mancanza di un dress code scelto dagli sposi, non dobbiamo dimenticarci di alcuni principi fondamentali. Vediamo quali.

“I colori banditi ad un matrimonio sono: il nero, il rosso, il bianco e il viola. Il bianco è il vestito della sposa quindi evitatelo in tutte le sue sfumature. Per quanto riguarda il nero se proprio nfashion-abito-lungoon potete farne a meno impreziositelo con degli accessori colorati. Il rosso è stato riabilitato da un paio d’anni a questa parte ma la scelta più appropriata rimane quella dei colori delicati. Vanno benissimo i toni pastello, sia che la cerimonia si svolga di giorno o di sera. I tessuti a fantasia sono ben accetti a patto che queste non siano troppo esagerate”.
La regola più importante da seguire è quella di non esagerare. Per evitare il solito nero, le amanti delle tonalità scure possono optare per le sfumature di blu e di verde.

“L’altra nota dolente riguarda le lunghezze. Il micro e il corto mai, quindi evitate minigonne e miniabiti, la lunghezza minima è quella sopra il ginocchio. Per quanto riguarda le scollature anche queste non devono essere esagerate o volgari. Se farà caldo optate per un vestito con bretelline ma portate un voi un coprispalle o uno scialle”.

Le indicazioni non sono finite qui. Bisogna tenere conto anche dell’orario in cui si svolgerà il ricevimento.

“Per un matrimonio dopo le 18.00 è obbligatorio l’abito lungo o da cocktail, lunghezza midì. Di sera potete anche optare per colori molto intensi come lo smeraldo, il petrolio, il navy, il rubino e l’ocra. Per chi non ama particolarmente gli abiti ci sono delle ottime soluzioni per create un outfit elegante. Una bella gonna a corolla midì o lunga con una tunica, un pantalone ampio in tessuto fluido con una bella blusa leggermente scollata e, perché no, anche una bella jumpsuit. L’importante è scegliere un tessuto prezioso e fluido”.

Miky Cairone.

Miky Cairone.

Completiamo questo vademecum con gli accessori perfetti.

“La borsa dovrebbe essere piccola. I gioielli sono ben accetti, dosati sempre all’occasione: di giorno colorati e sbarazzini, di sera luccicanti. Le scarpe eleganti ma anche comode. Per il giorno vanno benissimo le décolléte nude, di sera potete osare con una scarpa gioiello. Se amate guanti e cappelli ricordate che di giorno il cappello è ben accetto, di sera fatene a meno, mentre il guanto al mattino corto e la sera lungo. Infine ricordate di non trascurare l’accessorio indispensabile: il vostro compagno.

Cercate di fare in modo che sia vestito in modo adeguato”.

Lascia un commento

*