Animali fantastici e dove trovarli </br> Il prequel/spin off di Harry Potter

Animali fantastici e dove trovarli
Il prequel/spin off di Harry Potter

Ancora una volta nel mondo magico della Rowling.

animali-fantastici1926. Il magizoologo Newt Scamander, partendo dall’Inghilterra per un lungo viaggio attorno al mondo in cerca di creature magiche da soccorrere e proteggere all’interno della sua valigia zoo, approda a New York. Nella città risiede il MACUSA, il Magico Congresso degli Stati Uniti d’America che, in seguito a violente tensioni ed eventi inspiegabili ha imposto regole severissime (lo Statuto Internazionale di Segretezza della Magia) per nascondere il mondo magico ai NoMag (o Babbani) aizzati alla lotta dal movimento estremista dei Secondi Salemiani . Il sottile equilibrio che permette la convivenza tra No-Mag e Babbani viene messo in pericolo dalla presenza di un’entità oscura i cui effetti vengono collegati dall’ex Auror Tina Goldestein alla fuga dalla valigetta delle creature di Scamander dopo che questi, a causa di un fortuito incontro, la scambia con quella dell’aspirante pasticcere No-Mag Jacob Kowalski.
Per essere riammessa nel MACUSA, Tina insieme a Newt si metterà alla ricerca delle creature magiche trascinando per le vie di New York la sorella legilimens Queenie e Jacob.
Parallelamente l’Auror Percival Graves, alla guida delle indagini del MACUSA, conduce una sua ricerca personale che condurrà a scoprire la vera natura degli spaventosi attacchi alla città.

animali-fantastici-2Ispirato all’omonimo libro prequel/spin-off scritto da J.K. Rowling, in questo caso anche eclettica sceneggiatrice, il primo dei cinque film che comporranno la nuova saga inizia a raccontare ciò che avvenne prima di Harry Potter e Lord Voldemort riprendendo le fila della narrazione a partire dalla comparsa del primo mago oscuro, Gellert Grindenwald. Molti infatti i riferimenti ai romanzi potteriani che i veri fan non esiteranno a individuare e che rappresentano gli indizi per comprendere lo sviluppo degli eventi. Anche le atmosfere create dal regista David Yates e dallo scenografo Stuart Craig, alla quinta collaborazione con la Rowling, rievocano la saga originale nonostante la fotografia sia diversa, meno cupa e dai colori più brillanti affidata per l’occasione al francese Philippe Rousselot. Anche i costumi cambiano, firmati stavolta dal premio Oscar Coleen Atwood la quale ha vestito i personaggi studiandone la personalità: elegante ma scanzonato il look di Scamander, androgino quello di Tina, ambiguo in black&white quello di Percival Graves.
animali-fantastici-3
L’intreccio narrativo anche se complesso riesce a
riportare il pubblico, dopo cinque anni dall’uscita di “Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2”, di nuovo all’interno del mondo magico creato dalla Rowling coinvolgendolo con continui colpi e cambi di scena al ritmo di swing.

Perfettamente a suo agio nel cappotto di Scamander,
Eddie Redmayne crea una gestualità e una postura così curate da rendere quasi reale il personaggio oltre che dimostrare ancora una volta le sue straordinarie capacità. Al suo fianco una spalla del tutto eccezionale: il comico Dan Fogler, l’ignaro Jacob Kowalski, in più di un’occasione smorza i toni e si concede sketch dalle risate assicurate. Colin Farrell, elegante e raffinato, dà fisicità a Percival Graves nonostante dovrà cedere il suo posto nei prossimi capitoli a un collega altrettanto prestante.

Ma Animali Fantastici e dove trovarli nella sua realtà fantastica
nasconde problematiche più che reali spingendo ad abbandonare pregiudizi e preconcetti nella scoperta dell’altro e di ciò che non si conosce.

Lascia un commento

*