Amunì Onlus per la beneficenza </br>  La fiera di Natale a Villa Magnisi

Amunì Onlus per la beneficenza
La fiera di Natale a Villa Magnisi

L’organizzazione promuove una giornata di solidarietà. Tra gli ospiti anche LeiSì

Per il terzo anno consecutivo, in occasione del Natale, Amunì Onlus organizza la fiera di artigianato a scopo solidale che, nelle sue scorse edizioni, ha riscosso un enorme successo. L’associazione, fondata nel 2010, è presieduta da Francesca Alioto, coadiuvata dal direttivo composto da Luciana Ardizzone, Alberto Marcianò, Marina Floresta, Giuseppe Attardo e da altri soci quali Pippo Li Voti, Nicola Comparetto, Nicola Pantano, Salvo Milazzo, Rita Patti e Salvatore Scargialli. Scopo unico dell’organizzazione è quello di promuovere la solidarietà sociale in favore dei paesi del Terzo Mondo, con particolare attenzione alla zona povera del Perù: negli scorsi anni, grazie ai contributi ricavati dagli eventi organizzati, è stato costruito un ospedale e poliambulatorio nell’Aprurimac e una scuola a Manchay con un gruppo di piccoli peruviani che potrà usufruire di una colonia estiva.  La Onlus ha finanziato il progetto per la costruzione di un reparto di ossigenoterapia in un ospedale del Burkina Faso. Anche a Palermo, inoltre, sarà realizzato un progetto nel quartiere San Filippo Neri allo Zen con una ludoteca che avrà tutte le attrezzature per un cineforum.

LeiSì ha incontrato Luciana Ardizzone, responsabile dell’organizzazione degli eventi a fine solidale dell’associazione.

 Da cosa nasce questa terza edizione della fiera di Natale?

“Come ogni anno, la nostra associazione organizza questa fiera di solidarietà per finanziare i numerosi progetti che avviamo in aiuto dei più bisognosi. Progetti che, oltre ad essere avviati, vengono anche continuamente monitorati e seguiti, attraverso l’intervento dei nostri medici volontari, ad esempio, che si recano nelle zone da noi curate per verificare lo stato delle condizioni di salute degli uomini e dei bambini aiutati”.

Qual è il fine della raccolta fondi prevista per quest’anno?

“Stiamo attualmente finanziando la costruzione e il funzionamento della Hogar de Niñas, una casa per bambine orfane e vittime di violenza attualmente gestito dalle suore peruviane nella zona di Tamburco. Purtroppo risiedono in locali fatiscenti, dalle condizioni igieniche molto scarse, con un impianto idrico ed un arredamento affatto adatto. Intitoleremo questa nuova casa di accoglienza a Carmela Petrucci, uccisa a soli diciassette anni dalla furia omicida dell’ex fidanzato della sorella”.

Cosa troveremo alla fiera di Natale, quest’anno?

“Villa Magnisi ci ha offerto entrambi i suoi piani per una completa esposizione. Il piano superiore è dedicato all’esposizione di oggetti artigianali creati dagli aderenti a Confartigianato, come gioielli, bigiotteria all’uncinetto, foulard ricamai a mano, quadri e perfino pellicce. Tutto il piano inferione sarà invece dedicato alle dimostrazioni di restauro, pasticceria fatta in casa, massaggi, applicazioni tecnologiche per la cosmesi,  con un angolo ristoro composto da gastonomia e perfino cocktail aperto lungo tutto la durata della fiera”.

Cosa avremo, invece, di peruviano in questa mostra?

“Esporremo una serie di oggetti e monili provenienti dalla comunità peruviana, figlia di millenni di storia e tradizione, seppur poco conosciuti in Italia. Inoltre, ospiteremo un antico presepe peruviano, molto caratteristico per tutti gli amanti dei presepi”.

Ricordiamo che l’evento si svolgerà a Villa Magnisi, presso la sede dell’Ordine dei Medici, nella giornata del 30 Novembre dalle ore 09.00 alle ore 24.00.

Lascia un commento

*