Addiopizzo a Bagheria </br> Piazza in festa contro le mafie

Addiopizzo a Bagheria
Piazza in festa contro le mafie

Il pub Bitta ha ospitato la II edizione di Addiopizzo Bagheria.

Grande successo al pub Bitta di Piazza Larderia a Bagheria, per la seconda edizione dell’evento ‘Addiopizzo. Pago chi non paga’. Una serata per sostenere gli operatori economici che non pagano il pizzo, all’insegna del divertimento con tanti ospiti, musica, intrattenimento e spazi per i bambini.

Un banchetto gestito dai ragazzi di Addiopizzo distribuiva, con una piccola donazione, la card da presentare agli esercizi aderenti. Un modo per incentivare il consumo critico e devolvere parte della spesa a favore di un fondo collettivo.

La piccola piazza, quotidianamente animata dalle iniziative del Bitta, locale che si è occupato dell’organizzazione, è diventata teatro di esibizioni musicali e giocoleria. “Basta guardarsi intorno – dice Giulio Castronovo, responsabile dell’organizzazione eventi al Bitta – per vedere la straordinaria risposta della gente. La Piazza è stracolma di persone di Bagheria e dintorni”.

A partire dalle ore 19:00, il pub ha allestito l’angolo ‘Minibitta’ con animazione e laboratori per i più piccoli a cura dell’asilo Dialuogo – Lirum Larum. Divertimento sicuro per i bambini e spensieratezza per i genitori. La serata si è aperta con la mash-up del Dj Salvo Sorci. Momento di emozione per il reading “Nino Parisi, a cuore nero” curato dall’associazione Apertura a Strappo. Un gruppo di ragazzi, alternandosi al microfono, ha parlato di Nino Parisi, soprannominato “il killer dei bagheresi”.

Poi è arrivato il momento dell’intrattenimento con lo spettacolo di giocoleria de “Le Petit Carillon” del Valdemone Festival. Bambini ammaliati e adulti incantanti. Sorrisi e facce incredule dei più piccoli di fronte alle acrobazie della stravagante coppia. Coinvolgimento del pubblico assicurato con giochi di equilibri, fuochi, musiche e balli.

Francesco Maria Martorana, accompagnato da Carlo Gagliardo, ha aperto il momento dedicato alla musica live. Le note del Sud del mondo sul palco del Bitta con ‘Le Musiche dei Porti’ di Martorana. “Grande sinergia stasera – ha commentato – per dire addio pizzo e no a tutte le mafie”.

La piazza si è colorata di un’atmosfera vintage con la musica retrò degli ‘Jumpin’Up’. Un tuffo nel passato con gli straordinari otto membri del gruppo. Swing, Jive e Jump Blues tra inediti e cover di brani che hanno segnato la tradizione della musica italo-americana. A seguire di nuovo tutti in pista all’aperto con la musica di Dj Salvo Sorci.

Presenti le numerosissime attività di Bagheria e del Comprensorio iscritte a Addiopizzo. L’evento si è inserito in un momento storico importante per la zona. “Un successo ancora più grande di quello della prima edizione – racconta entusiasta Giulio Castronovo –. Anche gli artisti contattati non hanno esitato a dare la loro disponibilità, contribuendo alla realizzazione di questa serata straordinaria”. Sempre più imprenditori hanno trovato il coraggio e la forza di denunciare il fenomeno estorsivo, fare rete per contrastare insieme  il pizzo e muoversi verso un lavoro pulito e onesto.

Ecco la fotogallery di alcuni momenti della serata:

Lascia un commento

*