Abito da sposa a trapezio </br> Vediamo a chi sta bene

Abito da sposa a trapezio
Vediamo a chi sta bene

Perfetto per chi vuole una via di mezzo tra l’abito a sirena e quello da principessa.

C’è chi vuole l’abito a sirena e chi preferisce il modello da principessa ma l’obbiettivo da raggiungere è soltanto uno ed uguale per tutte le spose: essere bellissime, anzi sentirsi bellissime. Per questo motivo la ricerca dell’abito perfetto può andare avanti anche per diverso tempo. Ogni modello, ogni dettaglio va valutato ed abbinato al tema che si è scelto per il proprio matrimonio.


Oltre al modello a sirena e a principessa ce n’è uno sottovalutato da molte spose: il modello a trapezio. Un abito senza tempo con una lunghissima tradizione alle spalle sono definiti A-Line perché richiamano la forma della lettera. Sono certamente meno voluminosi di quelli a principessa e un po’ più gonfi dei modelli a sirena insomma rappresentano una perfetta via di mezzo per quelle spose che vogliono avere un look moderno e vintage allo stesso tempo.

Inoltre questo modello è adatto sia alle spose con il fisico a pera in quanto permette di minimizzare i fianchi larghi ma anche per chi ha poco seno perché l’attenzione si concentra sulla gonna. Per il 2018 le collezioni prevedono molti modelli a trapezio. Quello più proposto ha la gonna in mikado di seta e il bustino in pizzo. Le maniche sono fondamentali sia lunghe, che corte, che mezza manica rigorosamente in pizzo.


Pronovias ha inserito diversi modelli nella sua collezione, mentre Giuseppe Papini li rende unici con il suo fiocco. Mentre Oscar De La Renta ne ha proposto uno rosa cipria con gonna in pizzo e tulle. Ovviamente questo modello va bene se avete scelto un matrimonio dallo stile tradizionale. Vanno bene le coroncine di fiori e i capelli sciolti magari con delle onde. Infine anche gli accessori dovranno essere sobri.

Lascia un commento

*