Abito da cerimonia cercasi </br> La parola alla style consulting

Abito da cerimonia cercasi
La parola alla style consulting

686

Alessia D’Urso, consulente d’immagine, ci spiega quale abito da cerimonia scegliere.

PALERMO – E’ risaputo, la primavera apre la stagione delle cerimonie e le riflessioni sull’outfit perfetto da scegliere per non sfigurare davanti agli altri invitati. Spesso la scelta risulta ardua tanto da causare errori catastrofici che rischiano di farci ottenere l’effetto contrario, non valorizzandoci come meriteremmo.

Consulente_d'immagine

 

Ma niente paura perché in vostro soccorso giungono i consigli di Alessia D’Urso, consulente d’immagine di Fashion Style Consulting, la quale vi aiuterà a scegliere l’abito perfetto che possa esaltare al meglio la vostra fisicità.

Alessia_D'Urso_consulente_d'immagine

 

Esistono quattro tipologie di fisico femminile dai nomi stravaganti ma che descrivono a grandi linee le forme più o meno generose di una donna: mela o cerchio, pera o triangolo, clessidra e grissino o rettangolo.

MELA

Alla categoria “mela” appartengono le donne che presentano una specie di cerchio in corrispondenza della pancia dove solitamente si accumulano i tanto temuti chili di troppo ma anche: “Gambe snelle, fianchi stretti, girovita ben evidente, busto più abbondante, fondoschiena generalmente piatto e spalle molto belle”.

Abiti_cerimonia_mela

 

“Il punto più sottile del torace è – spiega Alessia D’Urso - proprio sotto al seno e questo deve essere enfatizzato”. I vostri assi saranno quindi il girovita e le spalle su cui dovrete focalizzare tutta la vostra (e altrui) attenzione: “Per questo motivo la scelta giusta sarà – continua Alessia – un abito della tipologia ad impero in quanto stringe poco sotto il seno e si apre sul punto vita fin sotto i fianchi scivolando morbidamente sulle gambe”.

PERA

Fate parte della tipologia “pera” se solitamente tendete a prendere peso nella parte bassa del corpo, su cosce e glutei. “Questa fisicità – precisa Alessia – si caratterizza per il punto vita esile, fianchi ben arrotondati e spalle strette”.

 

Abiti_cerimonia_pera

Il vostro punto di forza sarà quindi il busto da enfatizzare con un abito anni ‘50 con gonna ampia, a ruota o a palloncino che possa armonizzare la figura. Infatti questo taglio “veste le spalle che tendenzialmente sono strette , segna il punto vita in alto e la parte inferiore dell’abito è un po’ più strutturata tale da non evidenziare le curve”.

CLESSIDRA

Le donne clessidra presentano un fisico uniforme in quanto “si caratterizzano per avere delle spalle e fianchi della stessa ampiezza, mentre sul punto vita il corpo si stringe”. Il pregio di questa fisicità è il punto vita stretto “da sottolineare – consiglia Alessia – scegliendo i tubini o abiti con gonna a ruota, sempre a vita alta”.

Abiti_cerimonia_clessidra 4

 

GRISSINO

I fisici che possono essere catalogati in questa sezione si riconoscono per avere le stesse misure per fianchi, girovita e busto. Il corpo della donna androgina infatti “non mostra quasi per niente delle curve in quanto è – afferma Alessia – longilineo, magro, sottile senza curve troppo evidenti e senza nemmeno un punto vita accentuato”.

Abiti_cerimonia_grissino 3

 

Diciamoci la verità, chi possiede queste caratteristiche può indossare qualsiasi tipo di abito tanto che Alessia sostiene: “Questo tipo di fisicità è l’ideale per sfilare in passerella o spesso spunto per i manichini che popolano le vetrine delle boutique”. Ma attenzione perché se il vostro pregio è quello di avere un corpo tonico, asciutto e slanciato “deve essere ammorbidito – avverte Alessia – con i giusti capi rendendolo più femminile e accentuando il punto vita”.

Adesso siate oneste, guardatevi allo specchio e cercate di capire a quale categoria appartenete per riuscire ad esaltarvi con l’abito da cerimonia che fa per voi.

(In copertina, un abito Luisa Spagnoli)

Lascia un commento

*