A tu per tu con Camilla Filippi </br> Una vita tra recitazione e fotografia

A tu per tu con Camilla Filippi
Una vita tra recitazione e fotografia

Camilla Filippi, la Cristina di “Tutto può succedere” è un’artista a tutto tondo.

Dopo il debutto in televisione nel 1998, Camilla Filippi, attrice e artista bresciana, ha continuato la sua carriera sugli schermi italiani, ma non solo. Vi ricorderete di lei per tanti ruoli in diverse fiction tra cui l’ultima sua interpretazione, nel 2015 su Rai Uno, in ‘Tutto può succedere‘. La Filippi, però, non è soltanto un’attrice, ma un’artista a tutto tondo. Dall’8 marzo a Brescia, potete vederla come artista visiva in ‘Psychedelic Breakfast‘, una selezione di cinquanta opere tra cui spicca ‘Maternity’ in cui Camilla Filippi si ritrae esprimendo emozioni e stati d’animo impersonando celebri icone del mondo del cinema, politica, musica, sport e non solo.

Camilla Filippi (Credit Simon)

Camilla Filippi (Credit Simon)

“Ho iniziato cercando di usare Instagram in un modo diverso, cercando di farmi conoscere in modo più onesto – spiega la Filippi -. Man mano che ci lavoravo ho messo a fuoco il mio bisogno di avere un diario emotivo, esprimere le mie emozioni attraverso immagini già codificate che rievocassero in chi guarda lo stato d’animo che stavo vivendo, al mattino, dentro casa, quando si é ancora onesti con se stessi“. Sono questi i motivi che hanno spinto l’attrice a mostrarsi in queste opere che interpretano decine di personaggi nel momento della prima colazione, stando seduti in cucina con una tazza di mano.Psychedelic Breakfast Queste opere sono state presentate durante il Brescia Photo Festival, una nuova rassegna internazionale che ha avuto luogo dal 7 al 12 marzo e che ha coinvolto tutte le realtà cittadine grazie a mostre, workshop con grandi fotografi, incontri e dibattiti. Le esposizioni principali tra cui ‘Psychedelic Breakfast’, allestite nel Museo di Santa Giulia e negli spazi di MO.CA., si protrarranno fino alla fine dell’estate. Originaria di Brescia, la Filippi ritorna nella sua città: “Credo che la città sia in un momento culturalmente molto vivo – racconta l’attrice -. Poterne fare parte in qualche modo mi riempie di gioia, orgoglio e anche un po’ di paura“. Brescia Photo Festival
Sempre l’8 marzo a Bologna è stato presentato, invece, ‘Paura non abbiamo‘, documentario di Andrea Bacci in cui Camilla Filippi è la voce narrante. Questo documentario è stato proiettato per la prima volta proprio l’8 marzo, giornata internazionale della donna, perchè “Vuole raccontare la storia di un gruppo di donne che, negli anni Cinquanta, hanno sfidato la milizia per i propri diritti e per il diritto a manifestare“. Camilla Filippi ha scelto di partecipare a questo progetto sulle donne perchè: “Si tratta di un tema che mi sta a cuore perché c’è ancora molto da fare in campo di diritti e di donne“.Paura non abbiamo film

Camilla Filippi tornerà sui piccoli schermi fra poco nel ruolo di Cristina, moglie del primogenito della famiglia Ferraro, nella fiction di Rai Uno ‘Tutto può succedere“. “Sarò nel cast della seconda stagione che si vedrà ad aprile – conferma l’attrice -. Il mio personaggio avrà una grande evoluzione, penso che questa seconda stagione sarà ancora più ricca e avvincente“. Inoltre sembra stia lavorando ad altri progetti fotografici il cui tema sarà la perdita, ma ancora dovrete attendere un altro pò per sapere altri dettagli.

Camilla Filippi con Pietro Sermonti in Tutto può succedere

Camilla Filippi con Pietro Sermonti in Tutto può succedere

Di seguito alcune delle opere inserite in ‘Psychedelic Breakfast’ di Camilla Filippi. (Credit: SIMON)

Lascia un commento

*